Cronaca

Protesta estrema, si taglia la pancia negli uffici dei servizi sociali

SARNO. E’ arrivato al comune di Sarno per parlare con l’assessore ai servizi sociali, Vincenzo Salerno,  e, non trovandolo, per protesta ha tirato fuori dalla tasca una lametta e si è tagliato la pancia. E’ accaduto questa mattina, intorno alle 11:30, quando un uomo, di circa 40 anni, è arrivato negli uffici dei servizi sociali del comune lamentando problemi economici e chiedendo di poter parlare con l’assessore di riferimento.

Quando gli è stato detto che in quel momento non era possibile, l’uomo esasperato ha dato in escandescenza. Prima urla ed improperi, poi il gesto estremo: con una lametta ha iniziato a tagliarsi l’addome. In quel momento negli uffici c’erano altre persone in attesa di essere ricevute.

A bloccarlo i dipendenti comunali, i vigili urbani e sul posto è stato richiesto l’intervento di un’ambulanza del 118 e dei carabinieri.

L’assessore Salerno in mattinata non era al Comune, ma al Coordinamento del Piano di Zona. “Tengo a precisare che la situazione di questa persona è già seguita e monitorata dai servizi sociali da tempo. – ha spiegato –  Gli vengono erogati i buoni spesa, ogni mese gli viene dato il pacco alimentare. Ha dato già in escandescenza in passato e spesso l’ho dovuto calmare per evitare il peggio. Cerchiamo di fare il possibile per le fasce disagiate”.

(Articolo tratto da Sarno Notizie)

Articoli correlati

Back to top button