Senza categoria

Prurito, insonnia e nervosismo diffuso, regalo estivo delle odiose zanzare

Se d’inverno la chiave di ricerca più utilizzata su Google è “lavoro”, all’insorgere delle prime calure la stessa diventa “zanzare”. La rete brulica – è il caso di dirlo – di articoli su metodi preventivi e rimedi rispetto a questi insetti poco simpatici di cui, ahimè, Noè imbarcò una coppia. In realtà erano in tre, ma l’ultima zanzara fece coppia con una tigre con i risultati che conosciamo.

La scienza da più anni, mossa dal mercato farmaceutico e chimico, indaga sulle modalità di “puntura” di questi insetti e sulle loro preferenze, scoprendo di recente che non  (solo) il tipo di sangue, non (solo) il cibo che assumiamo,  ma soprattutto l’anidride  carbonica che produciamo è responsabile delle odiose e pruriginose punture.

Dunque se siete morti non avete problemi. In tutti gli altri casi,  non potendo evitare il meccanismo vitale,  respirando sarete vostro malgrado bersaglio delle odiose delle zanzare.

Dall’utilizzo di piante sgradite agli odiosi volatili, ai dissuasori ad ultrasuoni, a recentissime App per smartphone che assicurano, con buona pace del livello batteria, di tenerli lontani, sono tantissimi i suggerimenti per evitare di essere punti.
Decine di prodotti ingolfano scaffali di negozi, supermercati e pagine web, ma tra i rimedi presenti in rete poco spazio viene dato da esperti,  farmacisti e fitoerboristi all’efficace utilizzo di olio essenziale di citronella da applicare direttamente su zone a forte emanazione ormonica: sul  malleolo alla caviglia, nella parte interna del ginocchio e del gomito, sui polsi ed infine sulla nuca.

Ma se, nonostante tutto, si viene punti? Semplicissimo: evitare di grattare!

Dopo questa lapalissiana ovvietà è possibile menzionare, oltre all’utilizzo di  insetticidi e repellenti, l’utilizzo di succo di limone e di una crema nata come pre e dopobarba che allevia grandemente il fastidioso prurito. Laddove, invece, non si resista a scarnificarsi, è utile tamponare la zona con acqua ossigenata.

Quella contro le zanzare è una vera e propria guerra che istiga all’utilizzo di armi chimiche o naturali ma, niente paura, tra qualche settimana saremo alle porte della stagione autunnale con una nuova chiave di ricerca da inserire su Google.

Articoli correlati

Back to top button