CronacaPolitica

Pugliano: il sindaco Lamberti scrive al presidente Mattarella

MONTECORVINO PUGLIANO. Dopo un mese esatto dalla sua elezione, il sindaco di Montecorvino Pugliano, Gianfranco Lamberti ha fatto un punto della situazione. Tramite il suo profilo facebook ha reso noto che: «È bastato lavorare poco tempo per capire che trovavamo una situazione assai più impegnativa di quanto si potesse immaginare». Chiaro il riferimento alla situazione debitoria che grave sulle casse del Comune.

«Un cumulo di debiti impressionante – continua Lamberti – di cui abbiamo fatto subito partecipe perfino il presidente della Repubblica e una marea di giudizi pendenti, alcuni che coinvolgono anche dipendenti, queste sono solo le prime cose negative in cui ci siamo imbattuti». Come già annunciato in conferenza stampa, qualche giorno fa, il primo cittadino ha inviato una lettera al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Si legge: «Egregio presidente, ho verificato con assoluta certezza il grave stato di crisi economica in cui versa il Comune; tutto nasce con lo scioglimento dell’Amministrazione nel 2003 a seguito di infiltrazioni camorristiche. A seguito di quella straordinaria e tragica vicenda – prosegue – sono emerse problematiche inquietanti che hanno visto coinvolto il Comune di Montecorvino Pugliano, tra cui la più significativa è stata la confisca di beni della camorra affidati al patrimonio comunale». La gestione di questa vicenda, avrebbe portato l’ente ad una esposizione debitoria di circa 10 milioni di euro. «Tale situazione – evidenzia il sindaco – è catastrofica per le il nostro comune e rischia di comportare l’impossibilità di assicurare importanti servizi alla cittadinanza».

Articoli correlati

Back to top button