Cronaca

Raccolta differenziata, Agropoli per la prima volta tra i comuni Ricicloni

Raccolta differenziata, Agropoli tra i comuni Ricicloni. Nel corso del 2021 Agropoli ha raggiunto il 66% di raccolta differenziata

Per la prima volta il Comune di Agropoli entra nell’elenco dei comuni virtuosi stilato da Legambiente nei risultati della raccolta differenziata. La città, infatti, è stata premiata come «Comune Riciclone» nell’ambito dell’Ecoforum tenutosi a Pescara.

Questo riconoscimento rappresenta l’ennesima conferma del buon lavoro svolto in ambito ambientale dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola, grazie al contributo della Sarim che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Raccolta differenziata, Agropoli tra i comuni Ricicloni

Nel corso del 2021 Agropoli ha raggiunto il 66% di raccolta differenziata, confermando il trend in contino miglioramento. Nel 2017, quando l’attuale amministrazione comunale si è insediata, la percentuale di raccolta differenziata era al 54%. Negli anni si è registrata una costante crescita, nonostante le difficoltà legate alla pandemia. Ciò ha consentito al Comune di Agropoli di ricevere l’importante riconoscimento di Legambiente.

Si tratta di un risultato straordinario, un riconoscimento agli sforzi fatti in questi anni nel settore dei rifiuti e più in generale nelle politiche ambientali – spiega il sindaco Adamo Coppola – ovviamente non possiamo fermarci, si può fare molto di più”.

Stiamo lavorando per migliorare ulteriormente la raccolta differenziata e nelle prossime settimane contiamo anche di attivare le due compostiere di comunità che garantiranno un ulteriore risparmio sui costi di smaltimento dei rifiuti a carico del Comune” prosegue il primo cittadino.


Raccolta differenziata, Agropoli tra i comuni Ricicloni


La novità

Coppola, poi, annuncia una novità: “La crescita della percentuale di raccolta differenziata, unita alla lotta contro l’evasione sui tributi portata avanti dagli uffici, ci permetterà di garantire risparmi sulla Tari, con tagli sulle tariffe già per il 2022”.

Soddisfazione è stata espressa anche dall’assessore all’ambiente Rosa Lampasona: “Siamo contenti che le politiche poste in essere in questi anni siano state premiate. Abbiamo iniziato un percorso che ha dato i suoi frutti e dobbiamo continuare su questa strada. Una città più pulita e con meno rifiuti ci darà la possibilità di assicurare anche risparmi sui costi del servizio. Un grazie va ai nostri concittadini e agli operatori Sarim, sempre attenti e disponibili. Con loro condividiamo questo risultato”.

Cosa sono i comuni ricicloni

Nato nel 1994, “Comune Riciclone” è un appuntamento a cui aderisce un numero sempre maggiore di Comuni, che vedono nel progetto di Legambiente un importante momento di verifica e di comunicazione degli sforzi compiuti per avviare e consolidare la raccolta differenziata, e più in generale, un sistema integrato di gestione dei rifiuti.

L’iniziativa, patrocinata dal Ministero per l’Ambiente, premia le comunità locali che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti: raccolte differenziate avviate a riciclaggio, ma anche acquisti di beni, opere e servizi, che abbiano valorizzato i materiali recuperati da raccolta differenziata. Le classifiche sono stilate su base regionale. Per ogni regione vengono definiti i vincitori assoluti per quattro categorie: comuni sotto i 5mila abitanti, comuni tra i 5mila e i 15mila abitanti, comuni sopra i 15mila abitanti e comuni capoluogo.

Articoli correlati

Back to top button