Rocco Acocella, la compagna: “Non ci arrendiamo”, al via una raccolta fondi per continuare le ricerche

rocco-acocella-scomparso-messaggi-radio

Al via una raccolta fondi per continuare le ricerche di Rocco Acocella, il velista salernitano disperso da 3 mesi dopo aver attraversato l'oceano Atlantico

Al via una raccolta fondi per continuare le ricerche di Rocco Acocella, il velista salernitano disperso da 3 mesi dopo aver attraversato l’oceano Atlantico.

Rocco Acocella, al via una racconta fondi per continuare le ricerche

“Non possiamo dare prove certe che sia ancora vivo, purtroppo, ma sentiamo che non dobbiamo ancora arrenderci”. È l’appello di Annabel e Viviana, rispettivamente compagna e migliore amica di Rocco Acocella, velista salernitano disperso da tre mesi dopo aver attraversato l’oceano Atlantico a bordo del trimarano Trinavis.

“Il 22 giugno, a 50 miglia dalla costa della Colombia – raccontano su GoFundMe – Rocco ha lanciato un segnale di richiesta soccorso tramite uno strumento chiamato PLB1, che ha continuato a segnalare la sua posizione per 19 ore, indicando la rotta percorsa in quel lasso di tempo. Da allora non abbiamo notizie di lui”.

Sono partite le ricerche grazie alle autorità sia in Italia che negli altri paesi coinvolti: “Tuttora vi sono ricerche che si stanno compiendo a vari livelli e in vari paesi. La madre e la sorella minore sono in Colombia per verificare alcune segnalazioni ricevute che lo danno avvistato in varie cittadine”.

Come donare

“Le ricerche vanno estese al Nicaragua” assicurano dopo gli studi e le simulazioni condotte da Annabel insieme a operatori marittimi del posto, istituti di ricerca marina, velisti e altri esperti. Per questo “nuovo fronte di ricerca” Annabel e Viviana hanno deciso di intraprendere un progetto di ricerca in autonomia: “Annabel è partita per Managua, si attiverà con contatti locali per organizzare una ricerca capillare in tratti di costa e isole totalmente isolati e non frequentati.

La situazione in quel paese non è delle migliori, avremmo voluto intraprendere questa ricerca in totale sicurezza, avvalendoci dell’ausilio di professionisti, che avremmo individuato, ma questo ha dei costi per noi inaffrontabili”.

Per questo è nata una raccolta fondi: “Abbiamo deciso di chiedere a tutti un aiuto, un contributo anche piccolo ma che può fare la differenza. Rocco avrebbe fatto lo stesso per ognuno di voi”. La campagna è raggiungibile al link: www.gofundme.com/f/let039s-find-rocco-acocella

 

TAG