Cronaca

Si finge maggiorenne, ruba un’auto e chiede 100 euro per non incendiarla: arrestato 17enne ad Eboli

Ragazzo minorenne arrestato ad Eboli: è accusato di furto ed estorsione. La vittima ha denunciato l'accaduto ai carabinieri

Un ragazzo minorenne arrestato ad Eboli con l’accusa di furto aggravato e tentata estorsione. In manette è finito un 17enne originario del Marocco, ma nato in Italia, il quale si trovava già recluso in un istituto minorile della provincia di Benevento per altri precedenti.

Eboli, arrestato ragazzo minorenne per furto ed estorsione

La vicenda risale al settembre del 2021 quando il giovane, fingendosi maggiorenne e utilizzando un nome diverso dal suo, riuscì ad ottenere ospitalità per una notte a casa di un uomo di Montecorvino Pugliano. Dopo aver trascorso la notte in casa della vittima, il giovane gli ha rubato l’auto, dandosi alla fuga.

Poco dopo lo avrebbe chiamato (utilizzando il telefonino di un’altra persona) intimandogli di pagare la somma di 100 euro per non far incendiare la vettura, con tanto di appuntamento nel parcheggio del McDonald’s del Cilento Outlet Village.

Le indagini

La vittima ha denunciato l’accaduto ai carabinieri della stazione di Montecorvino Pugliano. I militari, dopo aver recuperato l’auto dal parcheggio, hanno dato il via alle indagini, riuscendo a risalire all’identità del giovane anche mediante la visione delle riprese delle immagini di videosorveglianza.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button