Cronaca

Raid vandalico al centro giovani di Scafati: al via una raccolta fondi

Lo scorso 27 agosto un gruppo di malviventi ha fatto irruzione all’interno del centro giovani di Scafati. Al via una raccolta fondi per far riprendere le attività.

Raid vandalico al centro giovani di Scafati

Un’aula studio, una caffetteria e tanti progetti per coinvolgere i giovani: questo è il CortoCircuto, storico circolo che sorge nel cuore di Scafati, un piccolo centro in provincia di Salerno, diventato negli anni un luogo di aggregazione e un punto di riferimento per i ragazzi del territorio.

La notte del 27 agosto scorso, il CortoCircuto è stato vittima di un raid di vandali, che hanno distrutto la porta di vetro del locale e hanno portato via del denaro, un computer e una consolle Xbox360, proprio nei giorni in cui i gestori dell’associazione erano impegnati a organizzare un mercatino di libri usati per gli studenti del quartiere. Lorenzo e gli altri ragazzi del circolo non si sono però persi d’animo e hanno scelto di proseguire le attività chiedendo a chiunque creda nel loro lavoro e nel loro impegno un piccolo gesto di solidarietà.

È nata così la campagna di raccolta fondi “Il CortoCircuito è sempre aperto!”, alla quale si può contribuire con una donazione libera sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso.

I primi fondi raccolti saranno destinati a garantire la regolare fruibilità dello spazio, sostituendo il vetro infranto e facendo fronte agli altri danni provocati dai rapinatori. Se, grazie al crowdfunding, verrà raccolta una cifra maggiore, i gestori del circolo potranno acquistare nuove sedie e attrezzature per l’aula studio.

Infine, qualora si raggiungesse l’obiettivo massimo dei 2.000 euro, il CortoCircuito potrebbe anche ampliarsi, trasferendosi in un locale più grande dove organizzare ancora più progetti e attività per i giovani. “Noi non ci arrendiamo e continuiamo sulla nostra strada. Rimarremo qui a dare vita a un quartiere abbandonato a se stesso. Continueremo a fare il mercatino del Libro usato per dare un servizio ai ragazzi delle scuole di Scafati.

Continueremo a lottare per mantenere i giovani a Scafati. Hanno sfondato la porta ma non si sono accorti che è sempre stata aperta, pronta ad accogliere e a creare socialità e dialogo” – dichiarano i gestori del CortoCircuito. Per maggiori informazioni sulla campagna di crowdfunding e sulle ricompense previste: https://www.produzionidalbasso.com/project/il-cortocircuito-e-sempre-aperto/

 

Articoli correlati

Back to top button