Rapine tra Angri e Sant'Egidio: coppia di Pagani nei guai

albanella-minacce-affittuario-fucile-imprenditore-processo

Due anni e sei mesi con pena sospesa: questa la pena patteggiata da Iolanda Sensini. Il primo colpo risaliva al novembre 2014.

NOCERA INFERIORE. Due anni e sei mesi con pena sospesa: questa la pena patteggiata da Iolanda Sensini davanti ai giudici della sezione collegiale del Tribunale di Nocera, per l’accusa di rapina in concorso.

In particolare la donna rispondeva di due diversi episodi consumati in concorso col suo complice Maurizio Sessa, 36enne paganese, giudicato e condannato separatamente.

La posizione della complice era stata stralciata per poi arrivare a giudizio, in primis, con la ulteriore richiesta di accesso alla pena concordata, con lo sconto previsto per la scelta del rito e il necessario consenso del pubblico ministero.

Secondo l’indagine la coppia si muoveva tra Angri, Sant’Egidio e Nocera, con episodi ricostruiti tra la fine del 2014 e il 2015, periodo in cui erano stati commessi i colpi descritti nelle informative di reato.

Il primo colpo risaliva al novembre 2014.

Fonte: puntoagro

TAG