Eventi e cultura

Ravello, una poesia al Duomo di Ravello: “L’Abbraccio Materno della Legge”

RAVELLO. Dal 27 novembre la pinacoteca del Duomo di Ravello espone in uno dei suoi spazi, la poesia sulla legge elaborata dallo scrittore salernitano Fabio Bergamo, stampata su pergamena ed inserita in una cornice dorata.

L’autore – impegnato anche sulla sicurezza stradale e con i suoi lavori giunti in Commissione Trasporti – con la sua opera ha voluto affermare l’importanza della legge e la origine divina di essa.

Ha anche aggiunto: “Non c’è cosa più bella della legge perché – mentre ciò che noi vediamo di bello con gli occhi, fuori di noi, fisicamente nelle forme della natura e dell’arte – essa è da sempre inscritta nel cuore di ogni uomo, ed è lei a renderci belli, al pari delle bellezze artistiche e naturali che rendono bella la realtà che ci circonda; ed il loro scopo è appunto quello di far nascere in noi quella ricerca di senso che trova compimento proprio nella comprensione della legge come strumento universale di educazione, rispetto e amicizia, e dunque collaborazione e solidarietà tra gli uomini.

Una poesia al Duomo di Ravello: i dettagli

Con la mia poesia, cerco appunto di far nascere nei giovani l’amore per essa.

Non c’è dono più bello della Legge che il Signore potesse farci, infatti il legame dell’uomo con la legge è pari a quello di un figlioletto con la propria mamma che protettiva e amorevole lo alleva ed educa fino a farlo diventare un uomo.

Nessun poeta o scrittore ha dedicato una poesia alla legge ed il mio obiettivo è vederla diffusa nelle scuole italiane così che i ragazzi possano impararla come tutte le altre poesie da sempre insegnate loro, ed essere spiegata dagli insegnanti, per il suo valore educativo basato sulla fede in Gesù Cristo, maestro
ineguagliabile per l’uomo”.

In ultimo ha ringraziato Don Nello Russo, Parroco del Duomo e il Prof. Luigi Buonocore, Direttore del Museo dell’Opera del Duomo, per aver concesso spazio ad essa, tra le opere già presenti di grande valore artistico risalenti al Medioevo e al Rinascimento, ed apprezzate da turisti e pellegrini, italiani e stranieri, che ogni anno visitano, con entusiasmo, Ravello e le altre località della divina costiera note in tutto il mondo.

Articoli correlati

Back to top button