Razzismo in ospedale, Souleymane: “Nessun collega, offese rivolte a me”

souleymane-rachidi

Continua la polemica sul presunto caso di razzismo al Curteri di Mercato San Severino: Souleymane dichiara che le offese erano rivolte a lui

Continua la polemica sul presunto caso di razzismo al Curteri di Mercato San Severino: Souleymane dichiara che le offese erano rivolte a lui e che non c’era nessun collega della donna accusata al momento del suo arrivo al Pronto Soccorso.

“Non c’era nessun collega”: Souleymane risponde alla direzione Aou Salerno

Souleymane Rachidi, l’ivoriano 20enne finito al centro della cronaca per il presunto caso di razzismo all’ospedale Curteri di Mercato San Severino, non ci sta e rincara la dose. Dopo aver appreso quanto dichiarato dal direttore dell’Aou di Salerno che ha smentito la possibilità che le offese fossero rivolte al giovane extracomunitario perché destinate a una collega dell’infermiera accusata, Souleymane torna a difendersi scrivendo sul suo profilo Facebook: «Quando uscirò dall’ospedale ne parliamo, quella notte lei stava da sola senza nessuna collega… eravamo 5 ( 2 operatori del 118, la guardia, l’infermiera e io…. di che collega stanno parlando? Non vi preoccupate appena esco da qua ne parliamo».

TAG