Cronaca

Roccapiemonte, Comune “mette al lavoro” 12 percettori del Reddito di Cittadinanza

Via ai lavori di pubblica utilità per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza a Roccapiemonte. I progetti sono iniziati ieri

Via ai lavori di pubblica utilità per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza a Roccapiemonte. I progetti di impiego dei percettori del Reddito sono iniziati nella giornata di ieri, lunedì 8 agosto, come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Reddito di Cittadinanza, a Roccapiemonte al via i lavori di pubblica utilità

Sono 12 i cittadini beneficiari del reddito di cittadinanza che svolgeranno mansioni a favore della comunità. Dal mese di settembre, invece, saranno selezionati altri percettori del reddito: questi saranno inseriti in altri quattro progetti comunali.

Ne ha dato notizia il sindaco Carmine Pagano. “Anche quest’anno, la città di Roccapiemonte si conferma il primo Comune dell’ambito territoriale a scendere in campo con un numero così alto e motivato di donne ed uomini. Alcune delle dodici persone hanno già prestato, con successo, il proprio tempo libero a favore della collettività e hanno chiesto di partecipare ancora”.

Selezionati dagli uffici dei servizi sociali del Comune di Roccapiemonte, i primi 12 percettori del Reddito saranno impiegati nei seguenti progetti: Biblioteca Comunale e Sentinelle della Civiltà; Protezione Civile – Io Ci Sono; Manutenzione e cura del cimitero comunale; Il Verde Pubblico la Vera Risorsa; Roccapiemonte Città Sicura.

Articoli correlati

Back to top button