Cronaca

Reddito di Cittadinanza con dati falsi: indagato 23enne a Nocera

Reddito di Cittadinanza con dati falsi: indagato 23enne a Nocera. L'indagine risale al periodo che va dall'agosto 2020 allo scorso gennaio

La Procura di Nocera Inferiore indaga su un ragazzo che avrebbe percepito 4mila euro grazie al Reddito di Cittadinanza dopo aver fornito dati falsi. Si tratta di un 23enne originario del Gambia come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Nocera, Reddito di Cittadinanza con dati falsi: ragazzo indagato

L’indagine risale al periodo che va dall’agosto del 2020 allo scorso gennaio. Il 23enne avrebbe fornito dati falsi per accedere al sussidio. In particolar modo, avrebbe dichiarato di vivere in Italia da almeno 10 anni, circostanza necessaria per ottenere il beneficio. Aveva indicato Nocera Inferiore come Comune di residenza, traendo in errore l’Inps che così avrebbe corrisposto 3691 euro complessivi nel periodo indicato.

Articoli correlati

Back to top button