Politica

Regionali, De Luca: «Chi vince governa. Per il resto keep calm»

Continua a tener banco la vicenda che vede coinvolto il candidato governatore Vincenzo De Luca, soprattutto dopo la sentenza della Cassazione, in merito alla legge Severino, che ha stabilito la competenza del giudice ordinario e non del Tar.

«Un minuto dopo la vittoria, puff!. Una volta che i campani avranno scelto il problema non si porrà più», ha dichiarato l’ex sindaco di Salerno nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere. «E chi vince – continua De Luca nell’intervista a Repubblica – lo decidono i cittadini campani sulla base di un voto democratico. Tutto molto semplice. Dunque il mio appello è a non distrarsi, a mantenersi sui problemi dei cittadini. Per il resto, keep calm. Prima di un’eventuale stop – assicura poi il candidato – avrei comunque il tempo di nominare la giunta e un vicepresidente».

E in merito alla legge Severino ha detto: «io ho la vaga sensazione che dal primo giugno quell’articolo della Severino non esisterà più». «Quella legge – sottolinea De Luca – lede il principio costituzionale che vuole i cittadini tutti uguali di fronte alla legge. Per dirla banalmente: se io ora fossi un parlamentare, non esisterebbe alcun problema all’orizzonte; e così, anche se fossi un non eletto, ad esempio un viceministro. D’altro canto”, anche “Cantone aveva detto a proposito della Severino: ‘Ci sono meccanismi da registrare, forse ha bisogno di un tagliando’ ».

Inoltre, stando a quanto riporta l’Huffington Post, il premier Matteo Renzi darebbe a De Luca, in caso di vittoria, la possibilità di formare la giunta regionale, senza alcuna sospensione immediata.

«La sospensione non può scattare prima che De Luca entri in possesso delle sue funzioni», dice il responsabile Giustizia del Pd, David Ermini, all’Huffington Post. E lo statuto della Regione Campania stabilisce che entro un massimo di 20 giorni ha luogo la prima seduta del consiglio regionale ed entro altri 10 il governatore nomina la giunta compreso un vice-presidente. Soltanto dopo interverrà la sospensione. Perché, recita l’articolo 8 della legge Severino, dopo la proclamazione degli eletti, l’autorità giudiziaria avvisa il prefetto, che a sua volta allerta il governo, il quale decide la sospensione, la comunica al prefetto che a sua volta la notifica al Consiglio regionale.

Fonte: Huffington Post

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button