Senza categoria

Renzi a Salerno incontra i dipendenti Whirpool

SALERNO. Doppio cambio di programma per il premier Matteo Renzi. Il presidente del Consiglio è giunto a Salerno, all’aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi, poco prima delle 13, annullando la visita all’asilo Buonocore. Il premier, dopo la visita all’impianto di compostaggio, Renzi si è recato alla Cittadella Giudiziaria e poi al porto turistico Marina d’Arechi.

Alle 15 è poi giunto al Mediterranea Hotel per un summit con il Pd ma prima ha incontrato una delegazione di lavoratori della Whirpool, in sciopero dopo la decisione dell’azienda di chiudere la fabbrica.

Intanto, fuori il Mediterranea manifestanti hanno gridato “Renzia via da Salerno”.

Poco prima delle 15.30, il summit ha preso il via. Renzi, salito sul palco, ha dichiarato, come riporta Il Corriere del Mezzogiorno: «Abbiamo fatto un giro nelle realizzazioni di Salerno – ha detto il candidato governatore – mi sono candidato nel nome delle cose che ho fatto e le ho fatte vedere a Matteo Renzi. Lo ringrazio perchè ha avuto il coraggio di fare le primarie, di dare la parola ai cittadini. E per la fiducia che mi ha dato in un momento difficile». Poi sulla Regione: «La sfida è di portare la Campania a confrontarsi con i grandi territori sviluppati d’Italia e del mondo. Toglierla dallo stato di preistoria. Gli impresentabili sono quelli che tolgono la speranza a una intera generazione».

Poco prima dell’intervento di Renzi, la segretaria regionale, Assunta Tartaglione ha dichiarato: «Il Pd ha scelto persone perbene, capaci e oneste».

«Abbiamo fatto un giro nelle realizzazioni di Salerno mi sono candidato nel nome delle cose che ho fatto e le ho fatte vedere a Matteo Renzi. Lo ringrazio perchè ha avuto il coraggio di fare le primarie, di dare la parola ai cittadini. E per la fiducia che mi ha dato in un momento difficile», ha dichiarato Vincenzo De Luca. E sulla Regione: «La sfida è di portare la Campania a confrontarsi con i grandi territori sviluppati d’Italia e del mondo. Toglierla dallo stato di preistoria. Gli impresentabili sono quelli che tolgono la speranza a una intera generazione»

Articoli correlati

Back to top button