Cronaca

Castel San Giorgio, i Ris confermano che i resti umani ritrovati a febbraio appartengono a Caterina Perozziello

I Ris hanno dato la conferma definitiva: sono di Caterina Perozziello i resti umani rinvenuti nel febbraio 2019 in un canale in prossimità della stazione ferroviaria di Lanzara – Fimiani, a Castel San Giorgio, da alcuni operai .

Ritrovati i resti di Caterina Perozziello: la conferma ufficiale dei Ris

Il riconoscimento era stato effettuato dal figlio e dalla nuora della 74enne, chiamati dai carabinieri dopo il ritrovamento. Oggi, a distanza di quasi 1 anno, è arrivata la conferma definitiva da parte dei Ris.

Il ritrovamento

I Carabinieri avevano trovato un teschio, ossa sparse e brandelli di vestiti, all’interno di un canale di scolo lungo i binari, poco lontano dal cimitero di Castel San Giorgio. I familiari avevano riconosciuto le ciabatte, quel che restava della camicetta e della gonna che indossava al momento della scomparsa ed anche la protesi dentaria, rinvenuta poco distante dal cranio.

La scomparsa

La 74enne, dopo un banale litigio con il marito, si era allontanata dalla sua abitazione  la sera del 17 settembre 2016. Non era la prima volta, secondo quanto raccontano familiari e conoscenti, che la donna si allontavana da casa, ma quella sera, probabilmente, deve aver perso l’rientamento.

 

Articoli correlati

Back to top button