Cronaca

Natale si lascia cadere dal fiordo del Furore, ricerche nelle acque di Maratea

Si spingono fino a Calabria e Sicilia le ricerche di Natale Martorelli. Perlustrato il fondale del tratto che porta da Policastro a Maratea

Proseguono le ricerche di Natale Martorelli, il ragazzo di San Valentino Torio disperso dalla serata di venerdì 12 novembre dopo essersi lasciato cadere in mare dal ponte del fiordo di Furore. Ricerche proseguite per l’intera giornata di ieri, lunedì 15 novembre, ma senza esiti.

San Valentino Torio, proseguono le ricerche di Natale Martorelli

Ieri – come riportato dall’edizione odierna del quotidiano La Città – è stato perlustrato il fondale del tratto di mare che porta dal golfo di Policastro alla costa di Maratea. Da oggi si passerà alle coste della Calabria, arrivando fino alla Sicilia.

La ricostruzione del dramma e le ricerche

È subito scattata la macchina dei soccorsi per ritrovare il 24enne sulle cui tracce ci sono carabinieri, Guardia Costiera e Vigili del Fuoco. A contribuire alle ricerche anche cittadini e volontari della P.A. Resilienza Costiera Amalfitana. Volontari e forze dell’ordine hanno battuto la zona del Fiordo di Furore dove è stato ritrovato il telefonino del ragazzo ed un suo cappello. Si sarebbe lasciato cadere dal Fiordo come scoperto dall’analisi delle immagini delle telecamere presenti in zona dove il ragazzo aveva lasciato la sua auto.

Il messaggio del Sindaco di San Valentino Torio

A commentare la tragedia anche il Sindaco di San Valentino Torio, Michele Strianese, che sul suo profilo social manda un messaggio speranzoso alla famiglia: “Una notizia che letteralmente ci sconvolge e ci lascia senza parole. Non ci resta che pregare, sapendo che la speranza di ritrovare Natale è l’ultima a morire. Siamo vicini alla famiglia e agli amici con il silenzio, il rispetto e la preghiera”.

Articoli correlati

Back to top button