Cronaca

Rientrato l’allarme per la scuola Giudice

EBOLI. Le vibrazioni provenienti dall’adiacente cantiere di via Fratelli Adinolfi questa mattina hanno fatto scattare un falso allarme terremoto presso gli edifici della scuola Vincenzo Giudice, in piazza della Repubblica.

La prudenza in questi casi non è mai sufficiente e per questo il sindaco di Eboli, Massimo Cariello, ed i tecnici del Comune di Eboli, si sono precipitati presso gli edifici scolastici, monitorando le strutture ed operando un vero e proprio sopralluogo in tutta la zona. L’allarme è però durato poche ore, perché i tecnici del Comune di Eboli hanno immediatamente appurato come le “scosse” avvertite provenissero da una sorta di onda d’urto generata dai mezzi pesanti cingolati che in quel momento stavano operando all’interno del cantiere di via Adinolfi. «Al di là che si sia trattato, fortunatamente, di un falso allarme – ha spiegato il primo cittadino di Eboli – abbiamo chiesto alla ditta che sta realizzando i parcheggi interrati di utilizzare mezzi meno pesanti, in modo da evitare qualsiasi altro problema». Subito dopo il loro arrivo, i tecnici comunali hanno verificato l’assoluta mancanza di crepe all’interno degli edifici scolastici e la sicurezza della stabilità. Sempre in mattinata, il responsabile dell’ufficio tecnico comunale, Rosario La Corte, ha fatto pervenire alla scuola un documento tecnico ufficiale dal quale si evince l’assoluta mancanza sia di pericolo, sia di danni. Per questo, domani le lezioni potranno riprendere regolarmente presso la scuola di piazza della Repubblica.

Articoli correlati

Back to top button