Cronaca

Rifiuta la figlia e le nega gli assegni di mantenimento, ricco professionista a processo

SALERNO. Finisce sotto processo per aver negato alla figlia il mantenimento sancito dal tribunale dei minori.

È questo il motivo per cui un uomo, un noto professionista napoletano, dovrà presentarsi il prossimo 12 settembre davanti al giudice della terza sezione penale del tribunale di Salerno.

Rifiuta la figlia e le nega gli assegni di mantenimento

L’uomo, infatti, non ha mai voluto riconoscere quella bambina frutto di una relazione extraconiugale e, anche quando il tribunale lo ha “inchiodato” alle sue responsabilità stabilendo la paternità biologica, l’uomo – già padre di tre ragazzi – ha continuato a rifiutare quella figlia, di cui non conosce neppure il volto, omettendo di assicurarle il mantenimento sancito dal tribunale per i minori che ha stabilito per la piccola, che oggi ha 10 anni, un assegno di 600 euro al mese oltre al versamento di tutti gli arretrati che ammontano ad oltre 70mila euro.

La vittima di questi episodi di mancata assistenza familiare è una ragazzina salernitana che, con una madre disoccupata, avrebbe tanto bisogno di quel sussidio economico per avere una vita come quella di tutti i suoi coetanei.

Al processo che si terrà il 12 settembre potrà costituirsi parte civile la madre della bambina che, rappresentata dall’avvocato Leonardo Gallo, ha già vinto la sua prima battaglia davanti al tribunale civile che ha riconosciuto la paternità biologica dell’uomo.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button