Cronaca

Rifiuti tossici interrati nel Parco nazionale del Cilento: trovati bidoni e fanghi

Nelle campagne del Cilento sono stati ritrovati rifiuti tossici interrati. La scoperta è stata fatta nel cuore del Parco nazionale in seguito agli scavi iniziati ieri mattina, 30 luglio. L’ordine è partito direttamente dal procuratore della Repubblica di Vallo della Lucania Antonio Ricci.

Parco nazionale del Cilento, scoperti rifiuti tossici interrati

Scoperti dai militari dai militari del nucleo di polizia ambientale della procura di Vallo della Lucania e dai militari della Guardia di Finanza rifiuti di ogni genere. La discarica potrebbe nascondere un mare di rifiuti pericolosi. Ma c’è il reale sospetto che ci sia molto altro.

Le indagini sono coordinate personalmente dal procuratore Ricci e dal sostituto Vincenzo Palumbo. “È ancora presto per capire cosa sia accaduto sotto questi terreni – ha precisato il procuratore Antonio Ricci – certo è che le indicazioni ricevute sono risultate fondate. Per il momento abbiamo trovato plastica, fanghi… ma gli scavi sono iniziati soltanto questa mattina”.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto