Cronaca

Rifiuti dalla Tunisia al porto, c’è l’ok della Procura: i container vanno a Serre

I rifiuti provenienti dalla Tunisia e stoccati in 213 containers all'interno del porto di Salerno potranno essere trasferiti a Serre

I rifiuti provenienti dalla Tunisia e stoccati in 213 containers all’interno del porto di Salerno potranno essere trasferiti nel sito militare di Persano, nel comune di Serre. È quanto emerso dalla riunione del comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza che si è svolta questa mattina in Prefettura a Salerno.

Rifiuti dalla Tunisia, andranno a Serre

Oltre ai rappresentanti delle forze dell’ordine, al tavolo hanno partecipato anche la Dda di Potenza e la Regione Campania, nonché il presidente dell’Ente di ambito per il servizio di gestione rifiuti. La Procura di Potenza ha comunicato che dai primi rilievi tecnici effettuati il 29 marzo dal Nucleo provinciale NBCR del Comando provinciale dei vigili del fuoco di Salerno su un campione esaustivo dei containers, è emersa l’assenza di sostanze radioattive ed è stata esclusa la presenza di sostanze pericolose.

Pertanto è stato dato il nulla osta al trasferimento a Persano dei 213 containers. Nell’incontro sono state esaminate e concordate le procedure ed i tempi da seguire per lo stoccaggio dei rifiuti ed il successivo smaltimento degli stessi una volta terminati gli accertamenti ed il sequestro giudiziario.

Il commento del Prefetto

Il Prefetto di Salerno e il procuratore della Dda di Potenza “nell’esprimere apprezzamento per la grande collaborazione inter-istituzionale al fine di garantire il completamento delle procedure di caratterizzazione con tempistiche veloci” hanno ribadito che “lo sforzo continua ad essere quello di perseguire una soluzione che guardi alla salvaguardia della salute pubblica e consenta di bilanciare adeguatamente i differenti interessi in campo”.

Rifiuti dalla Tunisia, cosa succede ora

I 213 container di rifiuti «italo-tunisini» saranno trasferiti a Persano. Se ci fossero stati ancora dubbi, ieri Prefettura di Salerno e Procura di Potenza (competente sulle indagini) hanno ribadito la loro destinazione. Ma restano, anche in seguito alla riunione alla presenza di forze dell’ordine e amministrazioni varie, delle incognite. Nel comunicato congiunto di Prefettura e Procura non si parla più del luogo dove verrà effettuata la caratterizzazione per capire quindi se si tratta di immondizia non pericolosa (codice di riconoscimento 191212). Lo riporta l’odierna edizione de Il Mattino.

Articoli correlati

Back to top button