Cronaca

Rifiuti dalla Tunisia a Salerno, arrivano le prime sentenze

Arrivano le prime sentenze sulla vicenda dei rifiuti illegali dalla Tunisia, partiti da Polla, e arrivati dal Porto di Salerno, e poi trasferiti in Africa per essere sequestrati – e dopo due anni – fatti rientrare in Italia. A riportare la notizia è l’odierna edizione de Il Mattino.

Rifiuti dalla Tunisia a Salerno, le prime sentenze

Stando a quanto si apprende, in Tunisia già nel 2020 ci furono arresti e indagati. La camera penale del Tribunale di primo grado di Tunisi ha così condannato a tre anni di reclusione l’ex ministro dell’Ambiente tunisino, Mustapha Aroui, per il trasferimento dei rifiuti domestici italiani importati illegalmente da una società tunisina (la Soreplast) nel luglio 2020.

Annalisa Barra

Annalisa Barra, giornalista del network L'Occhio, è esperta di comunicazione, scrittura Seo, social media e copywriting.

Articoli correlati

Back to top button