Cronaca

Riqualificazione Villa dei Fiori, sit in davanti alla sede del Comune di Nocera

Riqualificazione della Villa dei Fiori, previsto per martedì 8 giugno dalle ore 9.30 il sit in davanti alla sede del Comune di Nocera

Riqualificazione della Villa dei Fiori, previsto per martedì 8 giugno dalle ore 9.30 il sit in davanti alla sede del Comune di Nocera. Dopo sette anni di rinvii, i lavoratori chiedono che il Consiglio Comunale deliberi sui lavori che la Casa di Cura deve fare per legge.

Villa dei Fiori, sit in davanti al Comune di Nocera: la storia

Per un decreto regionale del 2014 Villa dei Fiori deve riconvertire in RSA 57 posti letto e per farlo deve riqualificare e ampliare gli spazi. Per questo il 5.2.15 Villa dei Fiori deposita un’istanza per “interventi di riqualificazione con ampliamento degli spazi”. Nel 2017, la Regione chiede al Comune di Nocera Inferiore di approvare il progetto definitivo dei lavori confermandone l’evidente interesse pubblico. La Giunta comunale il 25.5.2017 delibera che “l’intervento è di interesse pubblico per il Comune”.

Il 14.7.17 la Conferenza dei servizi esprime parere favorevole (Soprintendenza, ASL, VV.FF., ENEL). Dopo due anni, 16.5.2019, Il Comune rinvia la pratica alla Regione Campania ma è incompleta. Infatti la Regione il 13.11.2020 scrive di nuovo al Comune chiedendo una Delibera del Consiglio Comunale, senza la quale non può procedere. Il TAR Campania il 25.1.21 sancisce che è il Consiglio Comunale a dover confermare l’interesse pubblico. I lavoratori si rivolgono al Prefetto che il 16.4.21 trasmette la loro lettera al Comune e alla ASL. Il Sindaco e l’assessore chiedono il parere all’ufficio legale del Comune che lo esprime il 20.5.21.  Dopo oltre sette anni è ancora tutto fermo.

Senza la delibera del Consiglio Comunale la Regione non potrà autorizzare i lavori che Villa dei Fiori è obbligata a fare. Se la situazione non si sbloccherà ci saranno:

  •  Il licenziamento di decine di lavoratori
  •  L’impossibilità di dare più servizi ai cittadini del territorio
  •  La perdita di un investimento esclusivamente privato per lavori di interesse pubblico (come è stato riconosciuto anche dalla giunta comunale).

“Tutto dipende da una semplice delibera del Consiglio Comunale che confermi quanto già dichiarato da tutti: dalla giunta, dalla conferenza dei servizi, dall’ufficio legale del Comune, dalla ASL. È importante per tutti. Perché anche Nocera ha un bisogno assoluto di ripresa e resilienza, creare lavoro, migliorare i servizi sanitari, non sprecare risorse”, si legge nella nota diramata dai lavoratori.

Articoli correlati

Back to top button