Cronaca

Rissa di Ferragosto ad Acciaroli: denunciati 5 ragazzi napoletani

Rissa ad Acciaroli, i fatti sono avvenuti su un lido nella giornata di Ferragosto: al via le indagini dei carabinieri

Nelle ultime ore sui social network sta diventando virale un video che ritrae una rissa avvenuta nel giorno di Ferragosto ad Acciaroli, nota località del Cilento. I fatti sono avvenuti all’interno di uno stabilimento balneare.

Rissa in un lido ad Acciaroli: si indaga

Stando a quanto si apprende finora, la lite è avvenuta nel corso di una serata di musica e ballo. Ancora non si conoscono le reali cause dell’accaduto. Protagonisti della vicenda, un gruppo di giovani provenienti dall’agro nocerino sarnese. Sulla vicenda sono in corso le indagini da parte dei carabinieri.

Identificati i responsabili

I Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania, in collaborazione con il Reparto Operativo – Nucleo investigativo del Comando Provinciale di Salerno e con la Stazione di Sant’Anastasia, hanno individuato e denunciato i responsabili della rissa che ha avuto luogo a ferragosto ad Acciaroli di Pollica presso un noto stabilimento balneare. Si tratta di 5 giovani provenienti dal Napoletano, i quali, per futili motivi, hanno iniziato a spintonarsi sulla terrazza della struttura dove erano presenti tantissimi avventori che si stavano intrattenendo per festeggiare il ferragosto. Poi il tutto prosegue e degenera in rissa sulla spiaggia mentre molti clienti, spaventati, si allontanano dal locale nel parapiglia generale.

Pochi minuti e tutti si dileguano. La notizia, compresi i video che ritraggono la vicenda, fa il giro dei social e diviene virale mentre i militari, subito intervenuti con numerose pattuglie sul posto, lavorano incessantemente fino a giungere all’individuazione dei 5 giovani per i quali è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania.

La condanna del sindaco

Dura la condanna del sindaco Stefano Pisani:

Non ricordo un ferragosto che non abbia lasciato il segno nelle locali rassegne stampa per un incidente, per una rissa o per qualcosa di peggio e come ogni anno il Leitmotiv è sempre lo stesso: è stato distrutto il paradiso! La gravità di quanto è accaduto il giorno di ferragosto è assoluta e va condannata senza se e senza ma! I problemi sono però ben più ampi e che non possono trovare soluzione alzando barriere per la selezione all’ingresso ai confini amministrativi dei singoli Comuni della Costa Cilentana per avere un eremo di elite.

Acciaroli e il Cilento sono sempre gli stessi, così come lo sono le giornate di ferragosto da sempre. Ricordo le estati del 2009/2010 dove scorribande notturne e ripetute risse in giro per Acciaroli mortificavano le estati di tutti ed in particolare quelle del mio Sindaco (basta chiedere a chi c’era). Si Acciaroli non è la stessa, è migliorata e deve ancora migliorare tantissimo insieme a tutto il Comune di Pollica e a tutto il Cilento.
Abbiamo aumentato la vigilanza sul territorio controllando tutti gli accessi con videosorveglianza e lettori targa, abbiamo aumentato i controlli sulle case per vacanza e istituito la tassa di soggiorno (non per fare cassa), ma soprattutto per conoscere gli occupanti delle strutture alberghiere ed extralberghiere. Abbiamo introdotto un sistema di prenotazione informatizzato per conoscere tutti coloro che arrivano nel nostro Porto Turistico e grazie alla collaborazione tra Polizia Municipale e la locale stazione dei Carabinieri riusciamo sempre prontamente ad intervenire quando è necessario.

E allora per la rissa di ferragosto sulla spiaggia di Acciaroli? È intervenuta la sicurezza dello stabilimento balneare sedando la rissa in pochi attimi, le forze dell’ordine che incessantemente hanno presidiato in divisa e in borghese l’area, hanno effettuato un fermo per spaccio e grazie all’acquisizione delle immagini della video sorveglianza della struttura balneare stanno completando l’identificazione di tutti per poi provvedere con il magistrato all’adozioni dei necessari provvedimenti ed al foglio di via obbligatorio.

La stessa sorte è toccata a chi nei giorni precedenti aveva tentato di rovinare la tranquillità di un ristorante di Acciaroli. Fermati, identificati e allontanati! L’anno scorso abbiamo allontanato altri 4 soggetti che avevano aggredito me e la Polizia Municipale. Tutto risolto? No! Abbiamo ancora tanto da fare, ma soprattutto è ora di farlo insieme a tutti i Comuni della Costa. A Ferragosto sulla spiaggia di Acciaroli c’erano migliaia di ragazzi che di certo non alloggiavano ad Acciaroli e quindi? è necessario condividere azioni di controllo e sicurezza tra tutti noi, cominciando a controllare cosa fittiamo e a chi fittiamo!

Mancano pochi giorni, prima che la pressione sul territorio si alleggerisca, aiutateci collaborando con le vostre segnalazioni e i vostri suggerimenti, noi faremo del nostro meglio. Chiudo questo lungo post, con un grazie ai Carabinieri e alla Polizia Municipale che ogni anno non fanno mai mancare il loro straordinario contributo per la sicurezza del territorio. Se poi lo Stato si degnasse di completare la Caserma dei Carabinieri ad Acciaroli che abbiamo già finanziato come Comune per oltre 600k Euro, sarebbe tutto più semplice! Nel frattempo continuiamo a metterci la faccia sempre, in prima persona senza risparmiarci per far accadere le cose … quelle belle però!”.

Articoli correlati

Back to top button