Cronaca

Rissa furiosa nel locale, 31enne perde un occhio: aggressori battipagliesi condannati

A distanza di 8 anni gli aggressori di Battipaglia sono stati condannati a 4 anni di reclusione

Rissa furiosa nel locale sulla litoranea di Pontecagnano dove la vittima, di 31 anni, perse un occhio: a distanza di otto anni da quella notte folle, secondo quanto riportato dal Mattino, gli aggressori di Battipaglia sono stati condannati a 4 anni di reclusione.

Rissa nel locale, 31enne perde un occhio: aggressori condannati

Un pestaggio in una discoteca scatenata da un banale litigio, così violento che la vittima perse la vista da un occhio a causa di un calcio in pieno volto.

Era il 23 febbraio del 2014, ma ieri, a distanza di 8 anni da quella folle notte il giudice della prima sezione penale del tribunale di Salerno si è pronunciato sulla questione.

La sentenza

I tre aggressori, dopo 8 anni, sono stati condannati: inflitti 4 anni di reclusione a Dario Pierri e Michele Celenta., tre e mezzo a Luca Pizzuti.

La dinamica

Pesanti le accuse sulla base delle testimonianze fornite dalla vittima F.G. e dall’amico V.D. presente con lui al pestaggio consumatosi all’esterno della discoteca Onibeat dove la vittima e gli aggressori avevano trascorso tutta la notte. Proprio all’interno del locale era maturata la lite perché i tre ventenni pretendevano di sedere nei posti del privé che i due amici avevano già prenotato.

Il pestaggio avvenne all’alba quando F.G e V.D., usciti dalla discoteca, trovarono ad attenderli i tre battipagliesi. Fu Pierri il primo a sferrare un pugno, colpendo al volto V.D. con violenza tanto da farlo cadere a terra e provocargli la frattura del naso. L’amico si chinò su di lui per provare a soccorrerlo e fu allora che un calcio lo raggiunse in pieno volto, causandogli la perdita pressoché totale della vista dall’occhio destro.

Articoli correlati

Back to top button