Cronaca

Rissa tra Praiano e Furore, svolta nelle indagini: gli aggressori sono dell’Agro nocerino sarnese

Svolta nelle indagini correlate alla rissa presso il parcheggio “La Praia” avvenuta tra i comuni della costiera amalfitana Furore e Praiano. La vicenda provocò il ferimento di due giovani di Pimonte ed ora gli investigatori hanno compiuto un grande passo avanti, attribuendo l’aggressione ad alcuni soggetti residenti a Scafati e in altri comuni dell’Agro nocerino sarnese.

Rissa tra Praiano e Furore, svolta nelle indagini: gli aggressori sono dell’Agro nocerino sarnese

Stando a quanto riportano le indiscrezioni, sul caso indagano i Carabinieri della Compagnia di Amalfi, sotto la guida del capitano Roberto Martina. Tenendo sotto accurata osservazioni i filmati ripresi dal sistema di videosorveglianza attivo sul posto, unite alle dichiarazioni rilasciate da alcuni testimoni e dagli stessi feriti, i Carabinieri hanno ritenuto che i tre responsabili del raid avevano fittato gli scooter presso un’apposita ditta dell’amalfitano.

In seguito, gli inquirenti si sono prontamente recati presso l’azienda, al fine ultimo di ricevere ulteriori particolari sulla vicenda. Dalle prime analisi, è emerso che i tre aggressori sono residenti tra Scafati e i comuni limitrofi. Cioè smentirebbe i primi dati che attribuivano l’aggressione a tre turisti napoletani.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2016, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto