Il rito della pesatura paraliturgica dei bambini

Ci sono tanti riti che accompagnano le credenze popolari che si intrecciano con la religiosità, sono tutte legate a vecchie usanze pagane che spesso

Ci sono tanti riti che accompagnano le credenze popolari che si intrecciano con la religiosità, sono tutte legate a vecchie usanze pagane che spesso sono state associate ai Santi della chiesa cattolica. Fra i tanti c’è un singolare rito che tratta della “pesatura dei bambini” per raccontarlo dobbiamo scavare nelle tradizioni dell’antica Mesopotamia.

In Pakistan i musulmani Ismailiti pesano il corpo del loro capo spirituale e si privano di oro e preziosi nella misura del peso. Se ne parla anche nella religione iranica di Zarathuštra, la pesatura di un corpo vivente per la sua salvezza.

La psicostasi: la pesatura delle anime

Capita di assistere in alcune chiese cattoliche alla “pesatura dei bambini” consiste in un’antica usanza, il bambino veniva portato in chiesa e pesato, per il peso del bambino corrispondeva il peso di grano che il contadino avrebbe donato al santo.

Spesso la pesatura veniva fatta in onore di San Donato, un bambino malato veniva posto sulla balanza e veniva invocato il santo per la guarigione, in particolar modo venivano portati i bambini epilettici, di cui il santo è protettore, sperando che il santo avrebbe scacciato il demone che si era impossessato del bambino in un tempo in cui chi ne era affetto era un posseduto dal demonio. In alcuni paesi anche gli adulti erano pesati, erano spesso affetti da malattia, oggi della pesatura si è quasi perso il senso e ne resta solo la rievocazione simbolica e la benedizione perché il bambino stia in buona salute.



La psicostasi e San Michele

San Michele Arcangelo è spesso rappresentato con la bilancia per pesare le anime (psicostasia) e decidere se permettere l’accesso in paradiso, fu incaricato da Dio a giudicare se l’individuo sia puro o peccatore. Il Santo regge una bilancia e sui piatti vi sono poste due anime che saranno giudicate. In una mano regge la bilancia e con l’altra un globo con raffigurata una croce o una lancia.

Satana è raffigurato ai piedi della bilancia che tenta di togliere peso al piatto dei meriti. San Michele lo troviamo in questa rappresentazione sia nell’ebraismo sia nella religione cristiana.

La raffigurazione di San Michele che giudica le anime ci riporta a un’altra icona, al dio Thot.



Il dio egizio Thot

Thot era un dio adorato nella cultura egizia, dio della Luna, della sapienza, della scrittura, della magia, della misura del tempo, della matematica e della geometria.

Nel mondo degli inferi, aiutava Osiride che giudicava le anime dei morti nella psicostasia. Secondo la religione egizia ogni defunto era sottoposto alla psicostasia cioè, alla pesatura dell’anima che ogni defunto doveva sottoporsi prima di poter accedere all’aldilà.

TAG