Roccapiemonte: il sindaco Carmine Pagano prosciolto dal Gup di Napoli

Carmine Pagano

Fine dell'incubo per il sindaco di Roccapiemonte. Carmine Pagano prosciolto dal Gup del Tribunale di Napoli dall'accusa di associazione per delinquere

ROCCAPIEMONTE. Fine dell’incubo per il sindaco di Roccapiemonte. Carmine Pagano è stato prosciolto dal Gup del Tribunale di Napoli. Era coinvolto nell’inchiesta che riguarda suo fratello, il giudice Mario Pagano, accusato di pilotare sentenze civili per favorire amici imprenditori.

Fine di un incubo per Carmine Pagano, il sindaco di Roccapiemonte prosciolto dal Gup

Si è tenuta oggi l’udienza davanti al Gup del Tribunale di Napoli. Le accuse per il primo cittadino riguardavano il periodo in cui è stato presidente della Polisportiva Rocchese.

Secondo quanto ipotizzato dalla Procura, il club presieduto da Carmine Pagano riceveva contributi da parte degli stessi imprenditori accusati di essere favoriti dal fratello giudice nelle sentenze civili.

All’inizio dello scorso mese di dicembre, il Tribunale del Riesame aveva respinto la richiesta di custodia cautelare in carcere nei confronti del primo cittadino rocchese.

TAG