Cronaca

Ruggi, Cardiochirurgia perde un primario d’eccellenza: Severino Iesu si è dimesso

Il professore Severino Iesu si è dimesso dall’Ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno. Il primario del reparto di Cardiochirurgia d’Urgenza – come riporta il quotidiano “La Città” – ha protocollato le dimissioni. Iesu, medico di fama mondiale lascerà l’Azienda Universitaria a partire da agosto.

Il primario Severino Iesu si è dimesso dal Ruggi

“L’addio di Severino Iesu è un duro colpo per l’ospedale Ruggi d’Aragona”. Ha detto Aurelio Tommasetti, consigliere regionale della Lega, in merito all’addio del primario di Cardiochirurgia d’urgenza, medico di fama mondiale, che dalla prossima estate saluterà il presidio ospedaliero salernitano.

Sulla questione, sono intervenuti oltre ad Aurelio Tommasetti, anche il senatore salernitano di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone e il capogruppo Forza Italia al Comune Roberto Celano.

La dichiarazione del senatore Antonio Iannone

L’addio al Ruggi di Severino Iesu, primario del reparto di Cardiochirurgia d’urgenza, scatena la reazione di Fratelli d’Italia. “Era nell’aria la decisione del professore Iesu di dimettersi e questo rappresenta una gravissima perdita per il Ruggi”, sottolinea il senatore salernitano di Fratelli d’Italia Antonio Iannone.

“Quando le eccellenze professionali sono costrette a lasciare – prosegue Iannonesignifica che le soluzioni organizzative non sono di livello e a perderne è l’utenza. Un altro chiaro indicatore della crisi in cui versa l’ospedale di Salerno mentre De Luca passa il tempo a fare propaganda e a insultare. Siamo vicini a tutti coloro che prestano la loro opera per i malati nonostante il fallimento totale della politica del governatore e del suo Pd. A De Luca interessa solo avere manager di partito e primari elettorali e questi sono i fatti“.

La nota del consigliere comunale Roberto Celano

Il consigliere comunale Roberto Celano scrive in una nota: “le dimissioni del Prof. Iesu rappresentano una perdita gravissima per il Ruggi di Salerno. La verità è che non si mai saputo valorizzare al meglio le qualità e l’eccellenza di un medico che ha fatto la storia della cardiochirurgia, apprezzato e stimato anche in America. Fuori la cattiva politica e le logiche di appartenenza e clientela dalla sanità campana. Fuori dal palazzo la classe dirigente che sta ‘affossando’ incredibilmente la regione, facendo danni difficilmente rimediabili in ogni settore di competenza!“.

Mostra di più

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio