Rutino, amministrative: una "battaglia" tra padre e figlio

RUTINO. Padre e figlio, Davide e Giuseppe Rotolo, si daranno “battaglia” al fine di aggiudicarsi la gara di primo cittadino di Rutino. È questo ciò che accade nelle amministrative del prossimo 11 giugno. Nel minuto paese del Cilento, composto da poco più di ottocento abitanti, si ritorna al voto perché l’ex sindaco è stato messo […]

RUTINO. Padre e figlio, Davide e Giuseppe Rotolo, si daranno “battaglia” al fine di aggiudicarsi la gara di primo cittadino di Rutino. È questo ciò che accade nelle amministrative del prossimo 11 giugno. Nel minuto paese del Cilento, composto da poco più di ottocento abitanti, si ritorna al voto perché l’ex sindaco è stato messo alla porta a causa degli effetti della legge Severino scattata a seguito della condanna per ricettazione.

Stando a quanto riporta il quotidiano “La Città”, all’ex sindaco Gerardo Immerso, è stato impedito di continuare il suo mandato a causa dei fatti che risalgono al 2002 e alla sua attività professionale.

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG