Cronaca

Truffa ai danni di un anziano, finto carabiniere lo fa innamorare e poi lo deruba

SALA CONSILINA. Aveva raggirato un uomo e la sua famiglia, facendosi passare per maresciallo dei carabinieri. Quasi un abuso di potere per ricevere in cambio regali e altri beni. Ma i parenti della vittima l’hanno smascherata e denunciata ai militari dell’Arma.

La donna è stata arrestata dai carabinieri della stazione di Sala Consilina, guidati dal luogotenente Cono Cimino e dal maresciallo Daniele Romano, e condannata a un anno e quattro mesi per aver reso false dichiarazioni sulla sua identità e per il reato di circonvenzione di incapace. Ha seguito la vicenda il legale della vittima che si è costituita parte civile, l’avvocato Silvana Viola.

La truffa

Il sedicente carabiniere nel raggirare l’anziano è stata aiutata da un 65enne di Salerno, rinviato a giudizio. I militari avevano rintracciato l’auto dei due nei pressi della casa della vittima a Sala Consilina, interrompendo così la truffa.

La donna era riuscita ad ottenere dall’uomo, il quale si era innamorato di lei, la sua carta bancomat con il relativo pin, una cartella con i suoi documenti per l’accensione di un finanziamento e un telefono cellulare. I due avevano anche preso il cellulare dell’anziano per evitare che allertasse le forze dell’ordine.

Fingendo di volersi sposare con lui, la donna maresciallo si era fatta regalare anche alcuni monili in oro e denaro. Gli averi della vittima sono stati recuperati dai carabinieri guidati dal capitano Davide Acquaviva, e restituiti ai familiari, tutori della vittima.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button