Sale operatorie chiuse a Natale. Succede a Salerno

Quando il Natale è scaro: al Ruggi di Salerno sale operatorie chiuse, e se ti rompi un femore, aspetti fino a dopo le feste

SALERNO. Si frattura il femore ma non può essere operata perché a Natale la sala operatoria dell’ospedale di Salerno è chiusa. Questa la paradossale storia riferita da Vincenzo De Luca, primo cittadino salernitano.

«Ho appreso nelle scorse ore la notizia di una donna di 86 anni costretta ad attendere dal giorno di Natale, presso l’Ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona” di Salerno, un intervento chirurgico per la frattura di un femore, in quanto pare che le sale operatorie, in questo periodo dell’anno, siano chiuse non consentendo interventi urgenti», racconta il sindaco e quindi conclude con un ai «dirigenti sanitari a prendere provvedimenti concreti e garantire un servizio efficiente, a prescindere dal periodo dell’anno».

TAG