Salernitana, 20 convocati per Ascoli. Menichini: "La prima di quattro finali, non possiamo permetterci passi falsi. Confermare la stessa determinazione vista contro il Livorno"

Al termine della seduta di rifinitura di questa mattina, mister Leonardo Menichini ha diramato la lista dei convocati per la gara in programma domani tra Ascoli e Salernitana.
Tantissime le indisponibilità in casa granata: il tecnico toscano dovrà fare a meno di sette elementi. Tra questi, vi sono Odjer (squalificato), Bovo (infortunato, stagione finita per lui), Rossi (influenza, salterà il match contro l’Ascoli, squadra che ha rifiutato in estate), oltre ai quattro non convocati per scelta tecnica (Ceccarelli, Trevisan, Prce e Schiavi). Ritorna tra i convocati, Gianluca Pollace, a distanza di quasi venti giorni dall’ultima panchina avvenuta nella sfida tra Salernitana e Latina.

PORTIERI: Strakosha, Terracciano;
DIFENSORI: Bagadur, Bernardini, Colombo, Empereur, Franco, Pollace, Tuia;
CENTROCAMPISTI: Ikonomidis, Moro, Nalini, Pestrin, Ronaldo, Zito;
ATTACCANTI: Bus, Coda, Donnarumma, Gatto, Tounkara.

Queste le dichiarazioni di Leonardo Menichini, alla vigilia del match con l’Ascoli: “A quattro giornate dalla fine non possiamo più permetterci passi falsi. Quella di domani ad Ascoli è la prima di quattro finali in cui dobbiamo puntare ad ottenere il massimo se vogliamo mantenere la categoria. In settimana abbiamo cercato di lavorare sia sull’aspetto tecnico-tattico che sotto il profilo psicologico e in questo momento sto cercando di capire chi è nelle condizioni di darmi maggiori garanzie sia sotto l’aspetto fisico che tecnico”.

Sulle condizioni fisiche dei calciatori: “La freschezza atletica in questo momento è un fattore determinante. Le condizioni della squadra sono ottime ma purtroppo dopo una buona prestazione abbiamo sempre avuto un calo. Non dobbiamo assolutamente abbassare la concentrazione, l’intensità. Non siamo nelle condizioni di poter fare calcoli e alla vittoria di domenica scorsa dobbiamo dare continuità confermando lo stesso furore agonistico, la stessa rabbia e determinazione. In settimana ho provato più soluzioni ma non ho ancora deciso l’undici che partirà dall’inizio”.

Sulla squadra allenata da Mangia: “L’Ascoli è una squadra partita con ben altre ambizioni che nel corso della stagione ha trovato delle difficoltà. E’ un bel mix di giovani interessanti e giocatori d’esperienza, un ambiente caldo che conosco molto bene dove il pubblico può trascinare la squadra ed essere determinante. Dobbiamo essere pronti a restare lucidi e a rispondere sia sotto il profilo fisico che della corsa”.

Il tecnico toscano ha, quindi, concluso: “Sappiamo che i nostri tifosi anche domani saranno presenti in massa e tutti noi saremo contenti di regalare loro un bel viaggio di ritorno. Purtroppo però non bastano le parole e dobbiamo essere bravi a scendere in campo attenti e determinati per riuscire ad imporre il nostro gioco”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto