Salernitana

Brutte notizie per la Salernitana: la Figc boccia il trust di Lotito e Mezzaroma

Salernitana, il trust di Lotito e Mezzaroma bocciato dalla Figc. Resta a rischio l'iscrizione al campionato di Serie A

Sarebbe stato bocciato il trust presentato da Claudio Lotito Marco Mezzaroma per iscrivere la Salernitana al prossimo campionato di Serie A. Una decisione – quella della Figc – che dovrebbe essere ufficializzata nel pomeriggio di oggi, martedì 29 giugno, con una lettera che da via Allegri verrà recapitata al club granata che lo scorso 25 giugno ha annunciato di aver istituito il trust.

Salernitana, bocciato il trust di Lotito e Mezzaroma

Come riportato dall’Ansa, la Federcalcio ha appena bocciato la proposta di trust presentata venerdì dalle società proprietarie dalla Salernitana (una del figlio di Claudio Lotito, Enrico e l’altra di suo cognato Marco Mezzaroma) dando tempo fino a sabato alle 20 per risolvere i problemi.

Perché è stato bocciato il trust

Da parte della Figc è stato evidenziato come, “in virtù del processo di scelta delle persone componenti del trust e delle regole previste nella gestione dello stesso, non sia un vero e proprio ‘blind trust’. La Figc rileva, inoltre, che non è stata assicurata indipendenza economica al trust rispetto alle società disponenti”.

Iscrizione Salernitana in Serie A, Benevento ‘candidato’ al ripescaggio

“La società Benevento Calcio, – si legge in una nota ufficiale del club giallorosso – attraverso il presidente Oreste Vigorito, intende manifestare tutta la propria solidarietà alla Salernitana, con l’auspicio che possa formalizzare al più presto la regolare iscrizione al campionato per la prossima stagione calcistica, conseguenza dei meriti sportivi ottenuti nella stagione appena conclusa e per questo indiscusso orgoglio della città che rappresenta”.

La richiesta

La società sannita “segnala, altresì, che nella ipotesi di mancata regolare partecipazione del citato club alla stagione calcistica 2021/2022, in attuazione delle norme e regolamenti esistenti, la partecipazione alla stessa spetterà di diritto alla scrivente società”, conclude la nota

 

Articoli correlati

Back to top button