Salernitana, è Serie B. Festa all'Arechi contro il Lanciano, decide Coda. All'80esimo gli ultras della Sud effettuano una clamorosa protesta

La Salernitana centra la salvezza. Il prossimo anno i granata affronteranno nuovamente il campionato di Serie B, in virtù della doppia vittoria maturata tra sabato (1-4 a Lanciano) e stasera (1-0). Un Arechi gremito come non mai nella gestione Lotito-Mezzaroma. Gli uomini di Menichini siglano l’1-0 con Coda al ventesimo e amministrano il risultato nella ripresa, con il Lanciano che sfiora il goal con Turchi che scheggia il palo alla destra di Terracciano. Clamorosa la protesta degli ultras Curva Sud Siberiano che hanno inscenato cori e coreografia e all’80esimo minuto sono usciti dall’impianto. “Meritiamo di più” il coro dei tifosi della Salernitana che esigono chiarezza dal co-patron Claudio Lotito.

PREVIEW – Un solo cambio per Menichini, con Moro che torna tra i titolari in luogo di Pestrin. Per il resto, confermato il blocco che ha sbancato Lanciano. La Virtus di Maragliulo deve fare a meno di Vastola (sostituito dal rientrante Di Francesco, già a segno all’Arechi con un pregevole colpo di tacco), infortunatosi al sesto minuto della gara d’andata, e dello squalificato Ferrari. Rispetto alla gara di sabato, il tecnico leccese inserisce altri due cambi dal primo minuto con Aquilanti che rileva Rigione e Giandonato in luogo di Vitale. Per il resto sarà il solito 4-3-2-1, con Bonazzoli terminale offensivo.

PRIMO TEMPO – Nelle prime battute iniziali del match il Lanciano, giustamente, si riversa in avanti. Dopo pochi minuti Empereur anticipa Bonazzoli di testa, successivamente, al quinto, è Di Francesco ad impensierire Terracciano con un diagonale bloccato in due tempi dal portiere granata. La risposta della Salernitana non si fa attendere: prima Zito, dopo una grande discesa palla al piede, ciabatta la conclusione rendendola facile preda per Cragno, poi è Coda, due minuti dopo, ad esaltare i riflessi del portiere ex Brescia con un tiro potente dai 20 metri. E’ la goccia, quest’ultima, che fa traboccare il vaso, dato che al ventesimo la Salernitana passa in vantaggio: la punta metelliana fredda l’estremo difensore, sfruttando, con un pizzico di fortuna, una carambola sugli sviluppi di un corner che ha visto protagonista Tuia. Il dolce tocco del numero nove granata dà l’avvio alla festa. Alla mezzora Donnarumma ruba palla, s’invola al limite dell’area e tira a giro con il destro: la sfera termina abbondantemente alta sulla traversa. Il Lanciano si fa notare con Di Francesco che per poco non beffa Terracciano con un gran tiro che termina alto sulla traversa. E’ l’ultima emozione del primo tempo, con l’arbitro Pasqua che decreta la fine delle ostilità.

SECONDO TEMPO – Cambio in casa granata, con Franco che, come a Lanciano, rileva l’acciaccato Rossi. La partita ha ritmi bassi, tipica da fine stagione. La Salernitana cede il fianco al Lanciano che si mostra, comunque, poco produttivo dalle parti di Terracciano. Doppio cambio al tredicesimo in casa frentana: Padovan e Turchi subentrano al posto di Bonazzoli e Giandonato. Ci prova Rocca dalla media distanza ma è un tiro velleitario. Al sessantaseiesimo tocca a Gatto subentrare, con Zito che ottiene la standing ovation dal parte del gremito pubblico presente stasera all’Arechi (oltre 25mila spettatori). Al settantatresimo ultimo cambio per il Lanciano con  . Spettacolo decisamente più interessante sugli spalti, con parte della Curva Sud Siberiano che effettua una clamorosa protesta nei confronti della società, con tanto di striscione “Meritiamo di più” e cori contro la dirigenza. A dieci minuti dalla fine, Terracciano si supera su Turchi che dal limite dell’area impegna severamente l’estremo difensore granata, abile a deviare la sfera in corner. Poco dopo Donnarumma sciupa clamorosamente il raddoppio colpendo male di testa un ottimo cross di Franco. Altra emozione granata nel finale, con Gatto che effettua una rapida transizione e nel tentativo di servire Donnarumma coglie il palo, grazie anche alla netta deviazione di Amenta. Ultima sostituzione in casa Salernitana, con Tuia che alza bandiera bianca e al suo posto subentra Colombo. Dopo due minuti di recupero, l’arbitro decreta la fine delle ostilità: la Salernitana è salva e giocherà il prossimo campionato di Serie B!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button