Salernitana

La Salernitana è in Serie A: approvato il trust, ora testa al campo (e alla cessione)

Salernitana e multiproprietà, trust approvato dal Consiglio Federale. Da domani si penserà al campo ma occhio ai ricorsi

La Salernitana ha risolto il problema multiproprietà. È stato infatti approvato il trust presentato da Morgenstern e Omnia Service. La decisione è arrivata nel corso del Consiglio Federale tenutosi oggi, mercoledì 7 luglio, a Roma.

Salernitana e multiproprietà, il trust è stato approvato

Stando alle indiscrezioni emerse nelle scorse ore, la CoViSoc ha dato un parere favorevole alla parte finanziaria del trust, anche se apparentemente c’erano alcune incertezze legate alla esiguità di somme nelle casse del club che dovrebbe sostenersi da solo fino a dicembre, termine entro il quale dovrà avvenire la cessione delle quote societarie. La versione “rivisitata” del trust prevede ancora due trustee ma con uno che avrà potere decisionale sull’altro. Ci sarà invece un solo guardiano dopo le dimissioni di Giuseppe Matteo Masoni.

Cosa succede ora

In attesa di novità sul fronte dei ricorsi (il Benevento potrebbe farsi sentire) per la Salernitana è tempo di concentrarsi sulle questioni di campo. Sotto la gestione dell’amministratore unico Ugo Marchetti bisognerà organizzare il ritiro estivo e lavorare sulle trattative di calciomercato. Non si potranno acquistare giocatori dalla Lazio e sarà possibile ingaggiare giocatori solo con i soldi presenti in cassa o provenienti da diritti tv e sponsorizzazioni.

Cessione Salernitana, le ultime notizie

La Salernitana avrà 6 mesi di tempo per cambiare proprietà. Entro il 31 dicembre (più eventuali 40 giorni di proroga) dovrà arrivare una nuova società, pena l’esclusione in corso dal campionato di Serie A il cui calendario sarà reso noto il prossimo 14 luglio.

Il commento del sindaco Vincenzo Napoli

“La Salernitana è stata iscritta al campionato di Serie A. L’odierna decisione è quella per la quale ci siamo impegnati a tutti i livelli istituzionali nelle ultime settimane: rispettare il verdetto del terreno di gioco. È una vittoria dello sport nella quale l’unico e vero giudice deve essere il campo. La Salernitana ha conquistato con pieno merito sul campo la Serie A e sul campo la difenderà con tutte le sue forze. È anche una grande vittoria della città e dei tifosi che in queste complicate settimane hanno sostenuto la causa granata con ammirevole senso di responsabilità ed immensa passione. Adesso tutte le energie devono esser concentrate sull’allestimento di una formazione competitiva che possa disputare al massimo delle possibilità il torneo di Serie A. Forza Salerno e Forza Salernitana”.

Il comunicato ufficiale della Figc sul trust della Salernitana

Preso atto della relazione della Covisoc circa l’indipendenza economica del neo costituito trust che gestirà la società campana fino alla vendita, i consiglieri si sono espressi favorevolmente dopo aver valutato tutte le condizioni presentate. Il Presidente federale ha annunciato di aver scritto al Governo per chiedere la riapertura degli stadi al pubblico a partire dall’inizio dei prossimi campionati.

Il presidente Gabriele Gravina ha aperto i lavori alle ore 14.00 con i consiglieri: Dal Pino e Marotta per la Lega di A; Balata per la Lega B; Ghirelli e Marino per la Lega Pro; Sibilia, Acciardi, Franchi, Frascà, Ortolano e Zanon per la Lega Nazionale Dilettanti; Calcagno, Biondini, Marchitelli e Bernardi per gli atleti; Beretta e Giatras per i tecnici; il presidente dell’AIA Trentalange; il presidente del Settore Giovanile e Scolastico Tisci; il presidente del Settore Tecnico Albertini; il segretario generale Brunelli; la presidente della Divisione Calcio Femminile Mantovani; il membro UEFA nel Consiglio FIFA Christillin.

Tutti i consiglieri si sono collegati in video conferenza ad eccezione di Gravina, Dal Pino, Calcagno, Ghirelli, Sibilia, Marchitelli e Bernardi. In via preliminare, il presidente Gravina ha informato il Consiglio di aver scritto al Sottosegretario allo Sport della Presidenza del Consiglio per verificare, stante la sensibile riduzione dei contagi nel nostro Paese, la possibilità di consentire un pieno ritorno dei tifosi negli stadi con l’inizio dei nuovi campionati. Il numero uno della FIGC, inoltre, ha rinnovato l’invito al confronto tra le varie componenti per accelerare sul tema delle riforme, preannunciando l’imminente convocazione di una riunione collegiale sul tema. Nella sua informativa, il segretario generale Brunelli ha illustrato le modifiche apportate alla bozza del nuovo protocollo sanitario per i ritiri estivi, il precampionato e le gare ufficiali del calcio professionistico e della Serie A femminile cui è attesa ancora l’approvazione dagli organi ministeriali competenti. Brunelli ha anche anticipato che il medesimo aggiornamento verrà fatto nei prossimi giorni anche per il protocollo che regola l’attività dilettantistica e giovanile, di livello nazionale e regionale.

Articoli correlati

Back to top button