CronacaSalernitana

Salernitana-Napoli, il racconto choc della tifosa azzurra: “mi hanno spento una sigaretta sul braccio”

"Ho implorato aiuto alla polizia, ci hanno salvato gli steward"

Quello che è accaduto a Salerno prima del derby Salernitana – Napoli è stato un evento di cieca ignoranza e mancanza di sportività. Il racconto di Emiliana, la giovane tifosa azzurra che è stata aggredita poco prima della partita, ha chiesto ad alcune persone dove fossero i Distinti dell’Arechi per accomodarsi insieme alla madre ed ad un collega avvocato e godersi la partita. Ma qualcosa è andato storto.

Tifosa aggredita prima di Salernitana – Napoli: il racconto di Emiliana

Come riporta il Corriere, circa 15 tifosi granata hanno accerchiato i tre malcapitati, li hanno minacciati e neanche il rispetto per le donne li ha fermati. Emiliana ne ha fatto le spese più di tutti, le hanno sbracciato la manica della camicia e spento una sigaretta sul braccio e ha subito uno schiaffo. Le forze dell’ordine osservavano inermi mentre si consumavano questi atti ignobili, soltanto il pronto intervento degli steward ha fatto in modo che Giovanni, Emiliana e sua madre Anna riuscissero ad entrare nell’impianto senza spiacevoli conseguenze.

Ci hanno rincorso – racconta Emiliana – ho implorato aiuto alla polizia, ma non ha fatto nulla. Ci hanno salvato gli steward: il mio collega ha abbracciato mia madre, alla quale tiravano i capelli e sferravano calci e pugni“.

Fonte: Il Corriere della Sera

Articoli correlati

Back to top button