Salernitana, si ritorna all’antico

cavalluccio

Torrente punta sull'usato sicuro in vista del match tra Salernitana e Cesena

Ritorno alle origini per la Salernitana. Vincenzo Torrente, infatti, punterà nuovamente sul 4-3-3 per la sfida di sabato contro il Cesena sebbene abbia affermato -nel post-partita contro il Trapani di due settimane fa- di non avere, a causa di una condizione ancora lontana dall’essere perfetta da parte di alcuni calciatori, gli uomini adatti per il suo credo tattico.

RITORNA COLOMBO – Complice qualche assenza di troppo e i risultati che non sembrano pervenire con il cambio modulo operato nelle precedenti partite, Torrente punta sull’usato sicuro. Il ritorno al 4-3-3 sembra essere la panacea ideale per i mali che affliggono la Salernitana. In porta dovrebbe ritornare tra i pali Terracciano, con Strakosha che si riaccomoderà in panchina dopo il grave errore di Chiavari; in difesa la novità principale è il ritorno di Colombo sull’out destro. Il terzino di Tradate ha superato l’infortunio muscolare che lo tiene ai box dalla sfida di Crotone. Sull’altro versante Rossi favorito su Franco. La coppia centrale sarà inedita e formata da Schiavi ed Empereur. Lanzaro ha recuperato ma non è ancora al meglio e il trittico di partite ravvicinate che affronterà la Salernitana nelle prossime settimane comportano e predicano prudenza da parte dello staff medico.

IN ATTACCO SPAZIO A DONNARUMMA – A centrocampo, out Pestrin per squalifica, il terzetto sarà formato da Moro in cabina di regia, con Sciaudone e Bovo ai suoi lati. Sia l’ex bandiera dell’Empoli che la mezzala veneta hanno avuto alcuni acciacchi nel corso della settimana ma saranno regolarmente del match. In avanti ritorna a disposizione, dopo lo stop comminatogli dal Giudice Sportivo, Gabionetta. Donnarumma sarà il principale terminale offensivo e sarà schierato punta centrale, ruolo in cui ha fatto faville lo scorso anno con la maglia del Teramo. Completerà il reparto Troianiello, alla seconda chance da titolare.

TAG