Salernitana

Una sconfitta per salutare la Serie A: il Verona vince e si salva all’Arechi

Il Verona domina l’incontro con la Salernitana e conquista la salvezza con un turno d’anticipo. All’Arechi, il primo posticipo del lunedì di Serie A termina 1 – 2. Parte forte la squadra di Baroni con Noslin che tenta il mancino sul primo palo ma la conclusione è larga. Al 5′ ci prova Suslov che rientra sul mancino e calcia, ma viene subito murato.

Al 8′ altra palla interessante messo al centro per Noslin, ma ci pensa Fiorillo, che rimedia anche un colpo nello scontro con l’olandese. È un inizio difficile per i padroni di casa. Il Verona domina la prima parte della partita e trova anche il vantaggio al 22′ grazie a Suslov che riceve un passaggio corto, e dai 17 metri circa piazza il mancino nell’angolo opposto.

I granata non riescono a reagire mentre l’Hellas tenta di sfruttare anche le palle inattive. Al 45+3′ Folorunsho firma il raddoppio del Verona. Il primo tempo finisce senza tiri in porta per i padroni di casa che non si rendono pericolosi in nessuna occasione.

Dopo l’intervallo la partita riprende con poche emozioni. I granata non riescono a sbloccare la partita mentre il Verona si tiene saldo il vantaggio non concedendo occasioni ai padroni di casa. La Salernitana ci tenta fino all’ultimo e al 90′ Maggiore segna a porta vuota.

Salernitana-Verona: il tabellino

SALERNITANA (3-4-2-1): Fiorillo; Pierozzi, Fazio, Pirola; Zanoli, Coulibaly, Basic, Sambia; Tchaouna, Kastanos; Weissman. All. Colantuono

VERONA (4-2-3-1): Montipò; Tchatchoua, Coppola, Dawidowicz, Cabal; Serdar, Duda; Suslov, Folorunsho, Lazovic; Noslin. All. Baroni

GOL: 22′ Suslov, 45+3′ Folorunsho, 90′ Maggiore

ARBITRO: Di Bello

AMMONITI: Sambia, Duda, Basic, Serdar, Tchaouna

La scenografia della Curva Sud Siberiano per salutare la Serie A

In occasione della partita Salernitana-Verona la Curva Sud Siberiano ha organizzato una scenografia per salutare la Serie A. Con dei cartoncini è stata realizzata la parola “Appartenenza” con la quale i tifosi granata hanno voluto salutare la Serie A ricordando il loro amore incondizionato per la maglia. Vi è poi il cavalluccio marino e una rappresentazione della città di Salerno: dal Crescent allo Stadio Arechi, passando per il Duomo.


scenografia salernitana verona
La scenografia

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio