Salerno, tenta di uccidere il figlio con le forbici: scena muta all’interrogatorio

carcere

Si è avvalso della facoltà di non rispondere il 34enne che ha tentato di uccidere il figlio. Davanti al gp e al pm, l'uomo è rimasto in silenzio

Si è avvalso della facoltà di non rispondere il 34enne che ha tentato di uccidere il figlio di 7 anni con delle forbici. Davanti al gp e al pm, l’uomo è rimasto in silenzio, neanche una parola durante l’interrogatorio di garanzia

Prende le forbici e accoltella il figlio: scena muta all’interrogatorio

La brutale aggressione si è consumata sabato mattina con l’ausilio di un paio di forbici, di un padre ai danni del figlio di appena sette anni. L’uomo resta in carcere dopo la scena muta all’interrogatorio di garanzia. Il difensore potrebbe ricorrere al Riesame e richiedere gli arresti domiciliari al proprio assistito.

Si teme per la salute mentale dell’aggressore: il 34enne è in silenzio da giorni e viene sorvegliato a vista per timore di un gesto estremo. Avrebbe chiesto come sta suo figlio. Il piccolo migliora, ma non si esclude l’allontanamento dalla famiglia.

 

TAG