Salerno, aggredito il conducente del bus sulla linea 2

autista-aggredito-maiori-14-febbraio

Attimi di tensione, nella giornata di ieri, 6 giugno a Salerno, dove il conducente del bus sulla linea 2 (Ligea-Sordina), è stato aggredito

Attimi di tensione, nella giornata di ieri, 6 giugno a Salerno, dove il conducente del bus sulla linea 2 (Ligea-Sordina), è stato aggredito. L’uomo è stato assalito da un gruppo di persone.

Salerno, aggredito il conducente di un bus

Le Organizzazioni Sindacali Filt Cgil (G. Arpino), Fit Cisl (E. Monetta), UilT (F. D’Amato dip reg) e Ugl-Fna (C. Rubino), denunciano, ancora una volta, la non applicazione da parte della società in indirizzo sia dell’ordinanza n° 48 che della successiva n° 54 le quali, precisano la riattivazione dei servizi al 100% per le Aziende del TPL.

Nel pieno rispetto del distanziamento sociale e delle linee guida della Regione Campania, mentre effettuava il suo servizio verso il capolinea è stato bloccato ed assalito da un gruppo di utenti e grazie alla sua professionalità e la sua calma si è evitato il peggio.

Le Organizzazioni Sindacali Filt Cgil (G. Arpino), Fit Cisl (E. Monetta), UilT (F. D’Amato dip reg) e Ugl-Fna (C. Rubino), denunciano, ancora una volta, la non applicazione da parte della società in indirizzo sia dell’ordinanza n° 48 che della successiva n° 54 le quali, precisano la riattivazione dei servizi al 100% per le Aziende del TPL.

Il continuo diniego da parte dell’azienda, l’ulteriore riduzione dei servizi nelle prime monte e sui turni serali e la forte limitazione di orari che si registra sulle zone collinari, sta mettendo a serio rischio la sicurezza dei conducenti e dei viaggiatori.

In questo scenario, tutte le azioni messe in campo dalla Regione Campania per tutelare i lavoratori del settore, ma soprattutto l’utenza vengono vanificate dai comportamenti aziendali che creano rabbia sia tra i dipendenti, che oltre le aggressioni subiscono decurtazioni dei salari, sia tra i clienti del tpl che ormai quotidianamente si scagliano contro azienda e Regione.
Pertanto ribadiamo e reiteriamo un forte intervento della Regione Campania per garantire la piena sicurezza dei conducenti ed il pieno diritto alla mobilità degli utenti.

Nelle more chiediamo i sindacati chiedono un incontro a Sua Eccellenza Prefetto di Salerno per garantire, lo svolgimento in piena sicurezza del servizio di TPL nel pieno rispetto del distanziamento sociale cosi da evitare al minimo i contagi in un momento di grande crisi epidemiologica che ha colpito non solo il nostro paese ma tutto il Mondo.

 

TAG