Cronaca

Salerno, attende l’operazione al “Ruggi” da tre giorni

SALERNO. La difficoltà di reperire personale e mandare avanti gli ospedali si fa sentire tutta. Se n’è accorta sulla sua pelle anche un’adolescente, G. I. di 16 anni di Mercato San Severino, che è stata investita da un’auto mentre attraversava la strada in compagnia di una coetanea.

Domenica sera è stata trasportata al pronto soccorso del “Ruggi”: la nottata l’ha trascorsa in barella. Ed è proprio lì, al pronto soccorso, che le è stata diagnosticata una brutta frattura al malleolo del piede destro. Ma da allora ad oggi sono passati più di due giorni e non è stata ancora operata. La sua odissea la racconta il padre, che chiede, senza avere risposte, quando l’ospedale riuscirà a trovare il medico che operi sua figlia.

«Lunedì mancava l’ortopedico. Ed è stata pure digiuna, perché in un primo momento pensavano potesse essere operata, poi è saltato tutto». Ma il calvario inizia prima e il paradosso è che, nell’attesa, per lenire le sofferenza, è stata pure ingessata.

«Siamo arrivati domenica sera, ma dalle 22 alle 14 del giorno successivo mia figlia è rimasta sdraiata sul lettino del pronto soccorso. Solo dopo è stata ricoverata» racconta il padre che critica anche le condizioni dei corridoi dell’ospedale. «Ci sono degli avvallamenti e durante il trasporto ad ogni sobbalzo del lettino mia figlia urlava dal dolore».

FONTE: giornale (LA CITTA’)

Articoli correlati

Back to top button