Prostituzione nella zona del Porto di Salerno: blitz in una casa di appuntamenti

salerno-casa-appuntamenti-porto

Prostituzione nella zona del Porto di Salerno: blitz dei Falchi in un'abitazione utilizzata come casa di appuntamenti da due donne

Prostituzione nella zona del Porto di Salerno: blitz in una casa di appuntamenti. Gli uomini della Sezione Falchi hanno scoperto un appartamento in cui due donne svolgevano l’attività di meretricio, l’abitazione è stata posta sotto sequestro.

Prostituzione a Salerno

Nell’ambito dei controlli antidroga e antiprostituzione ed a seguito di articolata attività di indagine, nella notte tra il 1 e il 2 giugno, gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile effettuavano diversi servizi di osservazione nella zona portuale di Salerno, ove era stata segnalata la presenza di numerose persone che s’intrattenevano all’interno di uno stabile nelle ore notturne.

Scoperta casa di appuntamenti in zona Porto

Dopo una serie di appostamenti, gli agenti avevano il fondato sospetto che, all’interno dell’appartamento in questione, occupato da una cittadina sud americana, si consumassero prestazioni sessuali a pagamento. Pertanto, fermati inizialmente tutti gli avventori per riscontrare le ipotesi investigative ed acclarati i fatti, gli uomini della Sezione Falchi facevano irruzione all’interno dell’appartamento.

Il blitz

All’interno venivano trovate due persone, una di nazionalità colombiana di anni 23 che era in compagnia del suo cliente di nazionalità italiana, nell’attesa di consumare una prestazione sessuale. Dalla successiva perquisizione sono stati rinvenuti e sequestrati circa 250 preservativi, flaconcini di gel massage oltre ad una somma di denaro, provento dell’attività posta in essere dalla cittadina colombiana.

Sequestrato l’appartamento

Con la raccolta degli elementi a sostegno dell’ipotesi investigativa, l’appartamento veniva posto sotto sequestro con l’apposizione di sigilli e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa di ulteriori provvedimenti a carico dei responsabili.

TAG