Cronaca

Salerno: case, acquisti in aumento. Prezzi giù in periferia

SALERNO. Cresce il mercato immobiliare a Salerno.

Nel primo semestre del 2015, infatti, sono in aumento le compravendite. E, mentre i prezzi degli appartamenti nelle zone centrali sono invariati, le quotazioni diminuiscono in periferia. È questo il quadro che emerge dai dati forniti dall’ufficio studi del gruppo Tecnocasa. E proprio per i prezzi in discesa e i tassi dei mutui, sempre più convenienti, le negoziazioni sono ritornate a salire. Un mix favorevole che fa sì che molti salernitani ritornino in città.

Volendo tracciare l’identikit dell’acquirente tipo, a ricercare la prima casa sono famiglie e giovani coppie. Il “taglio” più richiesto è il quadrilocale con doppi servizi e vista mare, su cui investire tra i 150mila e i 410mila euro. Sono preferiti immobili da ristrutturare, in modo da sfruttare le detrazioni fiscali previste per questi interventi. Ma a scegliere Salerno non sono solo le famiglie “emigrate”.

C’è anche una discreta domanda proveniente da napoletani e avellinesi che ricercano un punto d’appoggio per trascorrere i week end e che si orientano su bilocali il più possibile vicino al mare. Le tre strade più apprezzate del centro sono il lungomare Trieste, corso Garibaldi e corso Vittorio Emanuele. Piacciono soprattutto i palazzi che si trovano sul lungomare, ma hanno un ottimo appeal anche gli appartamenti di corso Garibaldi e corso Vittorio Emanuele. Le quotazioni di tutta quest’area sono comprese tra 4mila e 500 e 5mila euro al metro quadro.

Molto apprezzati sono pure gli immobili compresi tra piazza San Francesco, piazza XXIV Maggio e via dei Principati, dove il range s’attesta tra 3mila 500 e 4mila euro al metro quadro. Al Carmine, invece, si va dai 2mila euro ai 2mila 500 euro al metro quadro. Ancora più economici i prezzi a Fratte, dove il costo oscilla tra i mille 100 euro e i mille 200 euro a metro quadro. A Mercatello le quotazioni sono in calo del 2,2 per cento, rispetto al semestre precedente.

Piace sempre molto la soluzione sul Lungomare Colombo, dove i prezzi sono ancora alti: 3mila 200 euro al metro quadro, così come gli appartamenti in via Trento (3mila euro).

Sul Lungomare Leucosia, invece, sono presenti immobili più datati, le cui quotazioni sono di circa 2mila 900 euro al metro quadro. Chi volesse acquistare soluzioni indipendenti si può orientare nell’area del parco Arbostella, in cui i prezzi medi s’attestano tra 3mila e 3mila 100 euro al metro quadro. Diminuiscono del 4,8 per cento le quotazioni immobiliari di Pastena Il budget medio di chi cerca casa in questa zona oscilla tra 180 e 210 mila euro. Si è risvegliata, inoltre, la domanda di box auto: sono richieste soprattutto le soluzioni nella zona centrale di Pastena, e i valori medi oscillano tra 40mila e 45mila euro.

Anche a Torrione si registra un maggiore interesse per l’acquisto immobiliare. Il taglio più gettonato è il quadrilocale, soprattutto con vista mare. Questa soluzione costa fino a 4mila euro al metro quadro L’area della stazione ferroviaria è quella meno ambita a causa del rumore e, pertanto, i prezzi scendono fino a 2000 euro. E c’è richiesta anche per gli immobili che si trovano a Matierno e Ogliara, che risentono positivamente della vicinanza alla città e della recente creazione del nuovo svincolo autostradale.

(Fonte: La Città)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button