Salerno, via libera alle consegne a domicilio di cibo, dolci e caffè: 7 locali su 10 chiusi

serrande-negozi

A Salerno tanti commercianti, nonostante il via libera alle consegne a domicilio di cibo, dolci e caffè,  hanno preferito restare chiusi

Salerno, ieri è stato il giorno della ripartenza anche se con il freno a mano. Tanti commercianti, nonostante il via libera alle consegne a domicilio di cibo, dolci e caffè,  preferiscono restare chiusi.

Salerno, 7 locali su 10 chiusi nel primo giorno di aperture parziali

Nel primo giorno di aperture parziali autorizzate dalla Regione, solo per servizio da asporto, tanti bar restano con le serrande abbassate. Stessa decisione anche per molte pizzerie. I costi di gestione e di sanificazione hanno inciso più della incertezza che sta attanagliando le sorti di tanti esercenti. Su 10 bar solo 3 hanno deciso di aprire.

A Torrione, su 20 bar solo in 3 hanno deciso di aprire le consegne a domicilio di caffè e cornetti. Stessa situazione a Pastena, dove le aperture di bar sono ridottissime.

«Il 60-70% delle attività ha scelto di non aprire», spiega il presidente della Confesercenti, Raffaele Esposito. «In tanti si stanno ancora adeguando alle norme, altri vogliono verificare bene tutti gli adempimenti necessari per ripartire», sostiene Esposito.

Sostieni la nostra redazione.

Offrici un caffè

TAG