Salerno, crolla il solaio di un appartamento del centro storico: assolti funzionari e tecnici comunali

Dopo sei anni, si è conclusa la vicenda del crollo del solaio di un appartamento in via Porta Rateprandi, nel cuore del centro storico

Dopo sei anni, si è conclusa la vicenda del crollo del solaio di un appartamento in via Porta Rateprandi, nel cuore del centro storico ceduto nel settembre 2011. La sentenza è stata pronunciata ieri dal giudice Albarano che ha assolto funzionari e tecnici sia del Comune di Salerno, ente avente la materiale disponibilità del complesso edilizio, che dell’azienda ospedaliera “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” finita nel mirino della Procura in qualità di proprietaria dello stabile.

Crolla il solaio di un appartamento del centro storico

Gli imputati, a carico dei quali il pubblico ministero Roberto Penna aveva chiesto la condanna,erano accusati di omissione di lavori in edifici che rischiano rovina e lesioni personali colpose.

Fine di un incubo, quindi, per i tre funzionari comunali e quattro dirigenti dell’unità operativa complessa “Affari generali” del “Ruggi”:

  • Domenico Barletta, direttore del settore Impianti e Manutenzione del Comune di Salerno
  • Giuseppe Greco, dirigente del Servizio Manutenzione e Patrimonio edilizio
  • Lucio Cosimato, responsabile dell’ufficio Manutenzione Prefabbricati Containers ed alloggi comunali
  • Pasquale Rocco
  • Walter Maria Ramunni
  • Maurizio Parentela 
  • Eva Anzalone

TAG