Politica

Salerno, dimissioni De Luca jr: «Provocazione vergognosa»

SALERNO. La notizia è di pochi minuti fa. Roberto De Luca si è dimesso dalla carica di assessore al Bilancio del Comune di Salerno. Le funzioni passano ora nelle mani del sindaco Vincenzo Napoli.

L’annuncio, seguito all’inchiesta di Fanpage che ha coinvolto direttamente il secondogenito del governatore Vincenzo De Luca, è arrivato nel corso della presentazione dei candidati del Pd alle elezioni politiche che si è tenuta al Gran Hotel di Salerno.

Le dimissioni di Roberto De Luca

Come racconta L’Occhio di Napoli, dal palco Roberto De Luca ha dichiarato: «Ho ricevuto attestati di stima e solidarietà, anche da tanti avversari politici, dopo la vicenda oscura in cui sono stato coinvolto.

È chiaro a tutti che è stata messa in piedi una provocazione vergognosa. Non entro nel merito di un’indagine in corso ma non intendo offrire alibi a nessuno, né pretesti per operazioni di aggressione politica. Quindi rimetto il mio mandato di assessore al Comune di Salerno per tutelare il mio partito, l’istituzione che rappresento e la mia famiglia.

De Luca e la campagna elettorale

Ora dobbiamo contrastare l’imbarbarimento della vita pubblica del Paese, quindi occorre mettere in campo ogni energia per vincere la sfida elettorale. Rimetto il mio mandato per consentire a tutti di concludere con slancio ed entusiasmo la campagna elettorale».

Solidarietà confermata anche dal coro della platea presente che ha incoraggiato il figlio del governatore De Luca urlando “Roberto, Roberto”, come riportato da Il Mattino.

«Scusate il fuori programma – dice lui – ma il clima è quello che è. Penso che tutti voi abbiate visto il video. Io l’ho visto senz’audio, non avuto lo stomaco. Spero prima possibile di fare luce sul caso e non posso non ribadire piena fiducia nella magistratura».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button