Salerno, ex Rettore utilizzava soldi del convitto "Tasso": la finanza sequestra i beni

L'ex Rettore del Convitto Nazionale "Tasso" di Salerno, avrebbe utilizzato dei soldi per fini personali e non attività didattiche.

SALERNO. L’ex Rettore del Convitto Nazionale “Tasso” di Salerno, avrebbe utilizzato dei soldi per fini personali e non attività didattiche. Sulla vicenda stanno intervenendo i militari della Guardia di Finanza che hanno già segnalato le anomalie alla Procura. I giudici hanno accolto la richiesta e hanno dato il via libera al sequestro di 360mila euro.

Come racconta il portale SalernoToday, l’ex rettore, Maurizio De Gemmis è ora nei guai, insieme all’ex direttore generale dei servizi amministrativi, Ciro Cozzolino. I 2 avrebbero emesso pagamenti per acquistare telefoni, televisori, abbonamenti televisivi e crociere. È stato pignorato lo stipendio di entrambi gli indagati.

 

 

 

TAG