Curiosità

Farmaci inutilizzati, ecco come smaltirli

SALERNO. Modificare una terapia in atto a causa della sua inefficacia o di effetti collaterali può spesso essere problematico sia per medici che pazienti, non solo dal punto di vista economico, ma anche ambientale, data la difficoltà di smaltire prodotti chimici. Spesso, inoltre, non si trovano i farmaci necessari, mentre in molte famiglie ci sono medicinali inutilizzati da anni.

La legge

La soluzione viene da una legge approvata dallo Stato più di dieci anni fa (l. 244(2007), legge che la Regione Campania non ha ancora recepito. Per questo l’Ailmag, l’Associazione italiana per la lotta al melanoma amici di Gabrialle Pomposellin di Salerno, ha deciso di scrivere al Consiglio regionale, affinché tale proposta possa diventare legge al più presto.

Quali farmaci possono essere riutilizzati

Possono essere recuperati farmaci con almeno 8 mesi di validità, correttamente conservati nella loro confezione originale integra, con l’esclusione dei farmaci che richiedono conservazione a temperatura controllata, quelli ospedalieri (fascia H) e appartenenti alla categoria delle sostanze psicotrope e stupefacenti.

La nota dell’Ailmag

“Una legge di importanza vitale, che con grande atto di solidarietà, permetterebbe di trasformare uno spreco in salvezza per chi non ha possibilità di accedere alle cure, oltre che permettere un notevole risparmio alle esangui casse del Servizio Sanitario Regionale – spiegano Carmela Villani e Mimmo Olica dell’Ailmag. Al momento, però, un solo consigliere ha risposto alla missiva rassicurando che presto si completerà l’iter”.

“Noi di Ailmag – si legge in una nota – siamo fiduciosi e da brave sentinelle vigileremo sul compimento dell’opera per contribuire a salvaguardare e tutelare la salute, continuando ad agire fattivamente nel sostegno di quanti si trovino in situazione di difficoltà”.

Articoli correlati

Back to top button