Cronaca

Furti per permettersi vacanze di lusso, tre condanne

SALERNO. Oggetti preziosi, contanti, capi di abbigliamento firmati, argenteria. Questo ed altro nel ricco bottino, che serviva per andare in vacanza alle Maldive. Tre uomini, arrestati dai carabinieri a marzo scorso per aver commesso da luglio a settembre 2016 numerosi furti tra Napoli, Salerno e Avellino, ieri sono stati condannati dal gup Ubaldo Perrotta per associazione a delinquere finalizzata ai furti.

Si tratta di Ciro e Giuseppe Romano (padre e figlio) condannati, rispettivamente, a 5 anni e 4 mesi e a 4 anni, e Ciro Guillari condannato a 4 anni e 10 mesi, tutti residenti nel rione Traiano a Napoli.

I furti

La tecnica era sempre la stessa. Prima i sopralluoghi di giorno per individuare gli appartamenti da svaligiare e verificare se i proprietari fossero in casa, poi i furti, messi a segno di mattina, nei giorni di mercato, e di notte nella case lasciate vuote dalle famiglie in vacanza.

I ladri bussavano anche alla porta dei vicini per assicurarsi che il pianerottolo fosse vuoto. Poi in due forzavano il cilindretto della porta d’ingresso, mentre un altro faceva da palo nell’auto parcheggiata nei pressi dell’abitazione.

 

 

 

 

Articoli correlati

Back to top button