Cronaca

Movida senza regole, chiuso per 5 giorni il Goccia a Mare: lo sfogo del titolare

Tra i locali di Salerno “pizzicati” durante i controlli dello scorso fine settimana, anche il frequentatissimo Goccia a mare. Il locale è stato chiuso per 5 giorni a causa della prezenza di assembramenti che si sono verificati sabato notte, durante una cena con musica dal vivo. Il titolare del locale si è sfogato con un lungo post su Facebook.

Salerno, chiuso il locale Goccia a mare

Movida senza regole nel centro storico di Salerno, nonostante le numerose disposizioni in materia, ci sono ancora esercenti che crecano di fare i furbi, e violano le direttive regionali. I Carabinieri di Salerno e la Polizia Municipale, durante una serie di controlli effettuati tra venerdì e sabato, hanno sanzionato alcuni locali, e disposto la chiusura per 7 di questi, tra di loro anche il Goccia a mare.

Lo sfogo sui social

Il titolare del locale si è sfogato sui social, con un lungo post in cui rivendica il rispetto delle regole

Sto pensando a ripartire per l’ennesima volta,
ma soprattutto mi sto chiedendo dove sono quelle persone che mi hanno chiesto il voto,
a cui ho dato il voto,
ma poi d’un tratto sparite quando mi hanno chiuso il Bogart ( per problemi di capienza )
la stazione marittima ( per pressioni politiche )
e il goccia a mare ( per possibili assembramenti per “Covid”) ognuna di queste strutture genera almeno 35 posti di lavoro a sera, senza contare le forniture…
MA DOVE SIETE ???
Nessuno può giudicare nessuno, il tempo giudicherà tutti,
con i milioni di difetti che mi ritrovo ho una sola certezza di essere una persona perbene che NON chiede piaceri ma SOLO di lavorare e di far lavorare…
oggi è ai miei dipendenti che
mi rivolgo ,
chiedo di non mollare e di stare sereni perché combatteremo,
il mio sdegno è totale per chi ci dovrebbe rappresentare ,per chi ci dovrebbe difendere, per il loro silenzio ASSORDANTE,
non state facendo del male a me , ma a 35 persone che lavorano alla giornata con DIGNITÀ E SACRIFICIO, dovreste difendere loro a prescindere perché sono loro che vi pagano gli stipendi, perché voi dovete stare a servizio loro e non loro al vostro…
A TESTA ALTA sempre,
ci vediamo VENERDÌ 19 giugno con la solita voglia, e cortesia, consapevoli di non essere nessuno ma orgogliosi di essere persone PERBENE!


 

Sto pensando a ripartire per l’ennesima volta,
ma soprattutto mi sto chiedendo dove sono quelle persone che mi hanno…

Pubblicato da Davide Boccazzi su Lunedì 15 giugno 2020


 

Articoli correlati

Back to top button